Salva nella lista della spesa
Crea una nuova lista della spesa

UN CONIGLIO STARNUTISCE: COME REAGIRE?

2022-08-23
UN CONIGLIO STARNUTISCE: COME REAGIRE?

I conigli sono animali molto delicati: la loro salute necessita di cure adeguate. Tuttavia, anche con le migliori cure, potreste scoprire che il vostro coniglio ha iniziato a starnutire. E poi? Lo starnuto di un coniglio è sempre motivo di preoccupazione? Come reagire quando il vostro animale inizia a starnutire e ad ammalarsi? Quando è necessaria una visita dal veterinario? Trovate le risposte a queste e altre domande qui di seguito.

Perché un coniglio starnutisce?

È difficile capire a prima vista per quale motivo un coniglio starnutisce. Fortunatamente, è abbastanza facile osservare che lo sta facendo. Avrà il naso bagnato, che pulirà spesso con le zampe. Anche per questo motivo, il pelo delle zampe può essere bagnato e appiccicoso.

Allergia

Le allergie possono colpire chiunque, ma il vostro coniglio non è esente da questo pericolo. Il vostro animale domestico può essere allergico a qualsiasi cosa: fieno, segatura, lettiera o cibo mal conservato, polveroso o con spore fungine. Gli starnuti sono uno dei suoi sintomi. Potreste sospettare un'allergia nel vostro coniglio se cambiate il cibo o la lettiera e lui inizia a starnutire e a reagire male. Quindi cambiate la segatura con una priva di polvere e conservate meglio anche il cibo, oppure rinunciateci se lo fa starnutire.

Se il vostro animale domestico è allergico a cose nuove, è relativamente facile determinare la causa degli starnuti e degli altri sintomi allergici. Tuttavia, è molto peggio se non si riesce a determinare la causa di una possibile allergia. A questo punto sarà necessaria una visita dal veterinario. Nel suo studio, non solo riceverete una smentita o una conferma della teoria dell'allergia, ma anche istruzioni sul da farsi.

Per individuare un'allergia, il metodo migliore è quello dell'esclusione. Si individuano i possibili allergeni e li si elimina per qualche giorno fino alla scomparsa dei sintomi dell'allergia, quindi si introducono i test di provocazione, cioè si somministrano separatamente al coniglio per un certo periodo di tempo e si osserva se l'allergia si è manifestata.

Purtroppo non è possibile escludere tutti gli allergeni della polvere: le piante polverose fuori dalla finestra devono semplicemente aspettare, così come l'intensità degli acari della polvere in casa durante la stagione del riscaldamento. Si può invece cambiare il contenuto della gabbia, i prodotti utilizzati per la pulizia della gabbia e della casa e ridurre al minimo la quantità di polvere in casa e la polvere proveniente, ad esempio, dal camino o dal fumo di sigaretta.

Ricordate che lo starnuto non è l'unico sintomo di allergia, anche se è quello che più facilmente salta all'occhio: dopo tutto, è molto difficile trascurare un coniglio che starnutisce.

Il raffreddore

I conigli hanno una salute delicata. È facile che si verifichi un abbassamento delle difese immunitarie dell'organismo, che può sfociare in un raffreddore. Cosa abbassa l'immunità e porta a questa malattia? I fattori sono molteplici: stress, correnti d'aria, temperatura dell'aria troppo bassa o troppo alta nella stanza della gabbia, contatto con altri individui infetti, scarsa igiene della gabbia, alimentazione scorretta e monotona che non fornisce all'animale tutte le vitamine e gli altri nutrienti di cui ha bisogno.

Starnuti, congiuntiviti, secrezioni dal naso del coniglio possono indicare solo un raffreddore. Non sottovalutate, se non trattata può addirittura portare alla polmonite e avere conseguenze molto pericolose per il vostro animale.

Raffreddore infettivo del coniglio

Il raffreddore infettivo del coniglio è una malattia batterica del coniglio molto pericolosa che colpisce tutto l'organismo. A volte il coniglio ne è portatore e la malattia si attiva quando l'immunità del coniglio diminuisce. Starnuti, congiuntivite e naso che cola sono solo i primi di molti sintomi pericolosi.

È difficile stabilire a casa se lo starnuto di un coniglio è dovuto a una raffreddore infettivo del coniglio o, ad esempio, a un comune raffreddore. Il veterinario ordinerà esami specifici per confermare la diagnosi. Se notate qualcosa che vi preoccupa, non rimandate la visita medica.

Catarro cronico

Il catarro cronico viene spesso definito anche "difetto di adozione", perché questi conigli trovano raramente una casa. Per questo motivo sono chiamati anche "starnutatori". Qual è la causa della rinite cronica? Le cause sono molteplici. A volte è causata da un batterio difficile da eliminare: prima di tutto, per individuare il batterio è necessario prelevare un tampone nasale - bastoncino bisogna inserirlo molto in profondità, cosa che non sempre è possibile, quindi i risultati possono essere inaffidabili.

Il trattamento, inoltre, richiede talvolta tempi molto lunghi e, se interrotto o eseguito in modo incoerente, il batterio non abbandona l'organismo. Non deve trattarsi necessariamente di una malattia batterica: il coniglio può ad esempio avere le narici ristrette o un polipo che cresce nella cavità nasale, che irrita costantemente il naso e lo costringe a starnutire.

Condizioni ambientali sfavorevoli

L'impatto dell'ambiente sul benessere e sulla salute non deve essere trascurato. Forse gli starnuti in un coniglio sono causati dal fatto che vive in cattive condizioni. Forse la gabbia è troppo sporca o il cibo è stantio. O forse la gabbia si trova in un luogo in cui il coniglio è esposto a correnti d'aria, basse temperature o l'aria è troppo secca e calda.

Tutto ciò può peggiorare notevolmente la sua salute e portare, tra l'altro, l'animale ad ammalarsi di naso che cola e quindi - tra l'altro - a starnutire.

Il coniglio starnutisce! Cosa fare?

Se avete notato che il vostro coniglio ha iniziato a starnutire, non ignoratelo. Potrebbe essere il sintomo di una malattia grave. Tenete d'occhio il vostro animale e portatelo dal veterinario il prima possibile. Il veterinario sarà in grado di stabilire se lo starnuto è allergico, legato a una malattia batterica infettiva o se l'animale starnutisce perché le condizioni di vita della gabbia non sono adatte a lui. Non fate diagnosi sul vostro animale da soli o con l'aiuto di Internet.

Il veterinario esaminerà il vostro animale e vi fornirà la diagnosi corretta. È anche il veterinario a prescrivere il farmaco specifico. Anche se al vostro coniglio sono già stati somministrati dei farmaci in passato e poi la malattia è passata e ha smesso di starnutire, quando si ammalerà di nuovo, non dategli voi stessi lo stesso farmaco. Non siete sicuri che il vostro coniglio abbia iniziato a starnutire per lo stesso motivo di prima. Una visita dal veterinario è essenziale per la salute e la sicurezza del vostro animale.

"Gli starnuti sono spesso accompagnati da un naso chiuso. Questa condizione rende molto difficile il funzionamento quotidiano dell'animale. I conigli hanno un olfatto molto sviluppato, che serve loro, tra l'altro, per selezionare e assumere il cibo. Molte malattie che iniziano con uno starnuto possono rapidamente progredire verso un disturbo dell'appetito, quindi un coniglio che starnutisce non dovrebbe mai essere ignorato". - ci dice il veterinario. Hanna Pietruszka

Rimedi casalinghi

Esistono rimedi casalinghi per il naso che cola del coniglio, anche se non sostituiscono in alcun modo la visita dal veterinario. Tutto ciò che si può fare a casa è cercare di dare sollievo al coniglio e farlo respirare meglio e in modo più piacevole. Le inalazioni, ad esempio, possono aiutare il vostro animale domestico. È possibile realizzarle in due modi. Quello tradizionale consiste nel posizionare una ciotola di acqua calda vicino alla gabbia e nel gettarvi sopra un asciugamano. In questo modo si allentano le secrezioni del coniglio, che possono essere facilmente rimosse con una pera per bambini.

Tuttavia, questo metodo non è privo di inconvenienti: in questo modo il vostro animale si bagnerà rapidamente e si riscalderà, aumentando così il suo disagio e mettendolo a rischio di danni ancora maggiori alla sua salute. Per questo motivo è più comune l'uso degli inalatori, che permettono di fare praticamente la stessa cosa, solo senza il timore di bagnare il coniglio. Per l'inalazione si utilizzano spesso erbe molto comuni, che potreste anche avere nella vostra cucina.

In uso con il metodo tradizionale, sono maggiorana, timo, menta o camomilla. Invece, nell'inalatore possono finire soluzione fisiologica, antibiotici o mucolitici, ma questi ultimi due non devono essere somministrati da soli, ma solo sotto la supervisione di un veterinario. Potreste anche essere interessati agli oli essenziali: messi in un diffusore, in un umidificatore, in un caminetto speciale o su un asciugamano bagnato sul termosifone, possono dare grande sollievo al vostro animale domestico.

Ricordate però che non tutti gli oli essenziali sono sicuri per lui, quindi chiedete sempre consiglio al vostro veterinario.

Coniglio che starnutisce - riassunto

Gli starnuti di un coniglio possono essere il sintomo di molte condizioni e disturbi, dalle allergie alla pericolosissima rinite contagiosa del coniglio, quindi non ignorateli mai. Recatevi dal veterinario per una diagnosi corretta e per la prescrizione di un trattamento. A casa, tutto ciò che si può fare è cercare di dare sollievo all'animale colpito, ad esempio con le inalazioni, quelle tradizionali con una ciotola d'acqua o quelle più moderne e sicure con gli inalatori.

Anche la prevenzione è molto importante: se avete più conigli, separate quelli che starnutiscono dagli altri sani. Assicuratevi che la gabbia sia sempre pulita e che il cibo contenuto sia vario e fresco. Non tenere la gabbia in ambienti soggetti a correnti d'aria o a temperature sfavorevoli (troppo calde o troppo fredde).

pixel