Salva nella lista della spesa
Crea una nuova lista della spesa

REFLUSSO NEL CANE: COME RICONOSCERLO E TRATTARLO?

2023-05-20
REFLUSSO NEL CANE: COME RICONOSCERLO E TRATTARLO?

Una volta assunto il cibo, il tratto digestivo funziona automaticamente. La secrezione degli enzimi digestivi, l'assorbimento dei nutrienti e lo spostamento del contenuto verso altre sezioni sono solo alcuni dei suoi compiti. Tuttavia, a volte questo lavoro viene interrotto e ciò può avere gravi conseguenze. Quando sospettare il reflusso nel cane e come affrontarlo?

Che cos'è il reflusso nel cane?

Il reflusso è lo scarico del contenuto gastrointestinale nelle sezioni precedenti del tratto digestivo. A volte il contenuto duodenale risale nello stomaco, nel qual caso si parla di reflusso duodenogastrico. Tuttavia, è molto più facile osservare il reflusso gastro-esofageo quando il contenuto gastrico entra nell'esofago.

Può anche accadere che il problema sia combinato e che si verifichi un reflusso duodeno-gastrico-esofageo. In ogni caso, occorre distinguere se questi eventi sono fisiologici o se la causa va ricercata molto più in profondità. Ed ecco un'altra difficoltà: oltre a trovare la causa del reflusso, è necessario anche osservare se si sono verificati ulteriori cambiamenti, cioè se si è sviluppata una malattia da reflusso. In tal caso, il reflusso sarà solo un sintomo. Per questo motivo, è necessario effettuare una diagnosi accurata per individuare eventuali anomalie e fare una diagnosi precisa.

Quali sono le cause del reflusso?

Il tratto digestivo sposta il contenuto da un lato, permettendo al cibo di essere deglutito e al contenuto di passare indipendentemente dalla posizione del corpo. Ma come può verificarsi il reflusso? Le cause possono essere diverse.

La prima può essere un momento in cui la frequenza delle contrazioni peristaltiche cambia rapidamente. Un'altra è una variazione della forza di queste contrazioni. Un'altra causa ancora potrebbe essere un'alterazione della funzione della parte terminale dello stomaco, il piloro, le cui anomalie possono influenzare il resto dell'apparato digerente e contribuire al reflusso.

Inoltre, nel caso del reflusso gastro-esofageo, può influire l'eccessiva pressione nello stomaco. Se questa supera la pressione esofagea e lo sfintere esofageo si rilassa, queste condizioni favoriscono lo sviluppo del reflusso. Anche l'alterazione del pH dello stomaco che accompagna l'infiammazione di questo organo può contribuire al problema. Anche la malattia dell'ulcera gastrica, l'esofagite, la colelitiasi o l'iperacidità del cane fanno la loro parte.

È importante capire che il reflusso occasionale è un fenomeno fisiologico. Il più delle volte si verifica quando il cane è affamato, prima del pasto mattutino o quando riceve il cibo una volta al giorno. Il reflusso prima dei pasti deve ovviamente essere monitorato, ma se si verifica in casi eccezionali, può essere considerato fisiologico.

Reflusso nel cane - sintomi

Il reflusso del contenuto gastrico nell'esofago è la causa della sgradevole sensazione nota come bruciore di stomaco; nei cani, tuttavia, potremmo non notarlo, poiché gli animali domestici nascondono questi problemi. In caso di reflusso esofageo, il proprietario può osservare un momentaneo movimento anomalo del collo dell'animale, come nella nausea, e talvolta un aumento della salivazione.

Nella maggior parte dei casi, i cani espellono il contenuto abbandonato, solitamente descritto come una schiuma bianca o gialla, a seconda della parte del tratto digestivo da cui proviene. Tuttavia, questa non è la norma, quindi il reflusso occasionale può essere difficile da individuare.

Il contrario vale per il reflusso, che è un fenomeno frequente e patologico. Quando il reflusso altera l'equilibrio della mucosa del tratto gastrointestinale e di altri organi, si verifica la malattia da reflusso esofageo. Possono quindi manifestarsi diversi sintomi. La loro osservazione e ulteriori esami sono molto importanti per determinare la causa del problema e le conseguenze della loro comparsa.

Sintomi gastrointestinali

Innanzitutto, il cane avverte fastidio e persino dolore all'esofago e allo stomaco. Le persone con un problema simile descrivono la sensazione di bruciore nello stomaco e nella parte inferiore dell'esofago. Allo stesso tempo, avvertono una sensazione di pienezza dello stomaco. Il cane non ci darà queste informazioni: dobbiamo trarre conclusioni dal suo comportamento. Apatia, zoppia, riluttanza a muoversi e a mangiare, rigurgito, vomito, a volte bava: sono tutti segnali che indicano che qualcosa non va nel tratto gastrointestinale.

La continua irritazione della mucosa porta all'infiammazione dell'esofago e persino della gola e di altre strutture. Quando la malattia progredisce, può verificarsi un restringimento dell'esofago. Questa è la conseguenza di un'infiammazione prolungata nella sua area. Questa condizione aggrava l'inappetenza dell'animale e porta persino a disturbi della deglutizione. A ciò può seguire l'ulcerazione dello stomaco o dell'esofago. Questa è associata a un dolore ancora più intenso e alla riluttanza ad assumere cibo. Nel contenuto espulso durante il reflusso si possono trovare tracce di sangue.

Con il tempo, la malattia da reflusso può portare alla formazione di tumori nell'esofago o nello stomaco. Ciò aggrava i sintomi già citati e provoca un ulteriore peggioramento delle condizioni del cane.

Sintomi da altri organi

Quando un cane sviluppa un reflusso gastrico, i sintomi di solito si manifestano immediatamente. Tuttavia, alcuni compaiono più tardi, quando il reflusso si ripete per un periodo di tempo più lungo.

Oltre al tratto digestivo, possono essere colpiti anche altri organi. Denti e gengive possono diventare dolorosi, a causa della parodontite e dei danni allo smalto dei denti. Questi cambiamenti si verificano a causa dell'alterazione del pH nella bocca del cane.

Altri segnali possono riguardare l'apparato respiratorio: secrezione nasale, respiro corto, affanno, tosse, voce alterata - sono sintomi che possono essere osservati a casa. Durante una visita presso l'ambulatorio veterinario, il medico, auscultando il torace ed effettuando una radiografia del torace, può riscontrare infiammazioni nell'area bronchiale, nei polmoni, nonché caratteristiche dell'asma. Può anche darsi che i seni nasali, la laringe e persino la tuba di Eustachio e l'orecchio medio siano infiammati. Ulteriori indagini potranno certamente fugare i dubbi e consentire una diagnosi accurata.

Come trattare il reflusso nel cane?

Per iniziare a trattare efficacemente la malattia, è necessaria una diagnosi approfondita. L'esame endoscopico, tra gli altri, può fornire risposte a molte domande e facilitare sicuramente il trattamento. Il medico è quindi consapevole di quale sia esattamente il problema dell'animale.

I farmaci possono dare sollievo all'animale, ma in molti casi la malattia è cronica e ricorrente, da cui la necessità di un'applicazione costante o pulsata di preparati medicinali.

Il medico ha a disposizione preparati per migliorare la motilità gastrointestinale e ridurre la secrezione acida gastrica. In molti casi, sono utili i farmaci che hanno un effetto protettivo sulla mucosa esofagea e gastrica, che alleviano il disagio e danno una sensazione di sollievo. In alcune situazioni è necessaria anche una terapia antibiotica.

Quando è necessario andare dal medico?

Qualsiasi comportamento insolito del vostro animale domestico dovrebbe attirare la nostra attenzione. Se il cane non vuole mangiare, vomita, è letargico, una visita è d'obbligo. A volte i sintomi non sono particolarmente acuti, ma si vede che qualcosa preoccupa il cane. A volte, invece, si osservano rigurgiti o vomiti sporadici.

Anche in questi casi vale la pena di rivolgersi a un ambulatorio veterinario, perché il reflusso non trattato può diventare la causa di problemi molto più gravi.

È possibile aiutare il cane a casa?

A volte un cane si sente chiaramente male prima di un pasto, ad esempio dopo una passeggiata mattutina quando non abbiamo ancora preparato il primo pasto. A volte, invece, l'animale riceve un pasto una volta al giorno e il suo stomaco rimane vuoto per una parte più lunga della giornata.

In questi casi, è consigliabile modificare la dieta dell'animale e suddividere il cibo in diversi pasti più piccoli. In questo modo si eviterà un'eccessiva secrezione di succhi gastrici quando lo stomaco è vuoto.

Tuttavia, in alcune situazioni, il medico può consigliare di cambiare il tipo di cibo somministrato, quindi è importante mobilitare tutta la famiglia per evitare di fare spuntini con cibi proibiti.

Il reflusso nel cane - riassunto

Il reflusso nel cane può essere difficile da individuare. I primi problemi si manifestano in modo piuttosto subdolo e, col tempo, i sintomi diventano la causa di ulteriori problemi. Questa condizione è già chiamata malattia da reflusso gastroesofageo e rappresenta una minaccia per il cane.

Una diagnosi accurata e i farmaci giusti possono dare sollievo al vostro animale. Anche il tipo di dieta e il modo in cui viene somministrata hanno un impatto sul successo del trattamento. L'osservanza costante delle raccomandazioni del veterinario aiuterà il cane a dimenticare i sintomi sgradevoli e a godere di nuovo di ogni momento spensierato.

pixel