Salva nella lista della spesa
Crea una nuova lista della spesa

Quando è possibile fare il bagno a un cucciolo e come farlo?

2022-06-15
Quando è possibile fare il bagno a un cucciolo e come farlo?

Quando prendiamo la decisione di prenderci cura di un cane e di portarlo a casa per la prima volta, abbiamo molte domande e dubbi nella nostra testa. Pasti, passeggiate, giochi, vaccinazioni: queste sono questioni a cui pensa ogni proprietario di animali domestici. È altrettanto importante mantenere l'igiene del cane, compreso il bagno. Quando è possibile fare il bagno a un cucciolo ed è necessario?

Come prendersi cura dell'igiene dei cuccioli?

Durante le prime settimane di vita del bambino, la madre si prende cura della sua pulizia. Ad un certo punto, l'animale smette di dipendere da lei e questo è il momento in cui può andare in una nuova casa. D'ora in poi, i caregiver dovrebbero fornirgli cibo adeguato, spazio per giocare e dormire, nonché cure adeguate. Diverse razze di cani hanno esigenze diverse: a volte le loro orecchie devono essere curate, a volte i loro occhi devono essere curati o tagliati, ma la maggior parte dei cani richiede una regolare correzione degli artigli.

Esistono molti trattamenti di toelettatura, anche se la maggior parte di essi viene eseguita solo su cuccioli leggermente più grandi. Tuttavia, è importante insegnare al tuo animale domestico che a volte è necessario tenere, toccare o lavare varie parti del corpo. Per questo motivo vale la pena, ad esempio, pettinare il cane dall'inizio, lavarsi le palpebre o il naso, guardare le orecchie, la bocca o tenere la zampa. Un cucciolo a cui è stato insegnato che tali attività sono normali e innocue, in futuro dovrebbe essere più disposto a collaborare alla toelettatura.

Quando il cucciolo ha bisogno del nostro intervento?

I cani giovani sono ancora goffi, non sempre in grado di mangiare un pasto in modo pulito, per esempio. Spesso si sporcano anche durante il gioco. D'altra parte, i cuccioli che possono già uscire in cortile iniziano a conoscere tutto il fascino di prati, prati e boschi: dopo essere tornati da tali passeggiate, di solito hanno un aspetto completamente diverso rispetto a prima di uscire.

È in questi momenti che è necessario il nostro aiuto: lavare la bocca, le zampe, l'addome o l'area dell'ano dopo la defecazione è una necessità. In molti casi, l'animale non può affrontare il problema da solo. Se non veniamo in suo aiuto, il cibo che si asciuga sulla bocca o le feci nell'area dell'ano gli causeranno dolore e disagio.

Inoltre, molte razze di cani hanno il problema di una scarica eccessiva dalle sacche congiuntivali. Tali secrezioni devono essere lavate e rimosse regolarmente. Se non lo facciamo, inizierà a seccarsi e a creare ustioni dolorose.

Nei cani dal cranio corto, invece, è necessaria una regolare e attenta pulizia delle pieghe della bocca, e spesso anche del collo e della coda, per prevenire lo sviluppo di infiammazioni.

Quando fare il bagno a un cucciolo?

Quando portiamo un cane nella nostra casa, di solito ha 7-9 settimane. Cambiare il luogo di residenza, i custodi, spesso la presenza di altri animali in casa, il cibo servito in modo diverso e tanti nuovi odori: tutto questo è un enorme stress per un bambino così piccolo. Un altro problema è l'elevata suscettibilità alle malattie.

Se il cucciolo ha bevuto il latte materno, l'immunità che gli è stata impartita sta gradualmente scomparendo, mentre le vaccinazioni preventive non sono ancora terminate. Quindi, c'è un rischio molto maggiore di sviluppare un'infezione rispetto ai cani più anziani. Per questi motivi, con il primo bagnetto del cucciolo bisognerebbe aspettare che sia un po' più grande e resistente.

La situazione per gli animali leggermente più grandi è completamente diversa. Quando il cane si è sistemato da noi e si sente sicuro della sua nuova casa, quando le vaccinazioni e la sverminazione sono terminate, allora è il momento giusto per fare il bagno. L'unica domanda è, è necessario?

Quando si può fare il bagno a un cucciolo?

Un bambino ben curato proveniente da un buon allevamento di solito non ha bisogno di un bagno in così giovane età. Basta lavare e spazzolare. La situazione è diversa con gli animali trascurati che hanno problemi di pelo o pelle arruffati. Qui è decisamente consigliato un bagno, ma se ci viene richiesto da malattie della pelle, è meglio visitare prima un veterinario.

Ricordiamo inoltre di evitare bagni frequenti non solo nel caso dei cuccioli, ma anche dei cani adulti. La pelle del cane produce un filtro protettivo necessario per la sua corretta idratazione. È anche una barriera protettiva contro i microrganismi che si trovano nell'ambiente naturale. Usando agenti detergenti, rimuoviamo la pellicola cutanea e quindi costringiamo la pelle a lavorare di più.

Primo bagno del cucciolo - preparazione

Il primo bagnetto di un cucciolo è una vera sfida. Il cane potrebbe esserne molto contento, ma potrebbe anche spaventarsi e persino voler scappare. Per questo motivo, tutto dovrebbe essere preparato in anticipo in modo che il bagno stesso venga eseguito in modo efficiente.

Quando scegli uno shampoo per un animale domestico, assicurati che sia delicato, preferibilmente ipoallergenico, adatto alla pelle delicata dei cuccioli. Non è sicuramente il momento di shampoo con ingredienti, ad esempio sbiancando il pelo o lasciando un profumo intenso su di esso. Non usare balsami che facilitano il districamento: ci sarà tempo per tutto questo.

Il luogo in cui viene fatto il bagno al cucciolo deve essere caldo. Dovremmo anche evitare correnti d'aria, sia durante che dopo il bagno.

Cosa ricordare mentre si fa il bagno?

Prima di tutto, non facciamo nulla con la forza. Gli inizi possono essere difficili e vale la pena introdurre prima l'animale nell'acqua. Puoi usare il gioco o una piccola quantità di prelibatezze per questo.

Dovremmo anche ricordare che i peli dei cani impiegano molto tempo ad asciugarsi. Quando fare il bagno a un cucciolo? Preferibilmente dopo una passeggiata serale. In questo modo eviteremo inutili raffreddori.

Durante il bagno, assicurarsi che l'acqua non penetri nelle orecchie dell'animale e che la schiuma dello shampoo non venga a contatto con gli occhi o il naso. Le orecchie possono essere ulteriormente fissate inserendo delicatamente, ad esempio, una garza della misura adatta alle orecchie del nostro animale domestico. Naturalmente, il tampone di garza deve trovarsi superficialmente nel condotto uditivo e deve essere abbastanza grande da poter essere rimosso facilmente.

È possibile fare il bagno a un cucciolo con problemi di pelle?

Se il tuo cucciolo ha un'eruzione cutanea, la sua pelle è arrossata o ha cambiamenti visibili, si gratta e si morde, questo è un segno che dovrebbe essere consultato dal tuo veterinario. In tali situazioni, non scegliere mai uno shampoo da solo e non fare il bagno "per ogni evenienza". Tale procedura può peggiorare i sintomi e, inoltre, cancellare le tracce e rendere difficile la diagnosi per il medico.

Ci sono molte cause dei cambiamenti della pelle. Infiammazioni, parassiti, micosi e allergie sono solo alcuni dei problemi che possono essere rilevati. Ad ogni modifica, le raccomandazioni per la cura possono essere completamente diverse. A volte è necessario fare il bagno, ma può anche danneggiare il tuo cucciolo. Dopo la diagnosi, il medico ci darà consigli appropriati e, se necessario, indicherà uno shampoo o un risciacquo con le migliori proprietà.

I cuccioli, soprattutto i più piccoli, sono molto delicati. Tuttavia, dal momento in cui non sono più affidati alle cure della madre, alcuni trattamenti di cura devono essere eseguiti da noi con regolarità. Quando è possibile fare il bagno a un cucciolo? Con poche eccezioni, aspetta che l'animale cresca un po'. Quando ciò accade, dovrebbe essere fatto molto delicatamente e con l'uso di detergenti delicati. A sua volta, in caso di alterazioni della pelle, dovresti sempre consultare un medico. Dovresti essere sicuro che i preparati che utilizziamo siano sicuri per il nostro animale domestico.

pixel