Salva nella lista della spesa
Crea una nuova lista della spesa

PRENDERSI CURA DI UN CRICETO - 10 REGOLE

2022-06-21
PRENDERSI CURA DI UN CRICETO - 10 REGOLE

I criceti sono animali domestici molto popolari. Spesso scelto dai genitori per insegnare ai figli la responsabilità. Tuttavia, un criceto non è affatto un gioco! È un essere vivente e senziente. La sua vita media è di due anni, ma con una buona e attenta cura può vivere fino a tre anni. Sono animali molto coccolosi. Tuttavia, essendo piccoli e delicati, devono essere trattati in modo adeguato. Come? È meglio informarsi anche prima che il criceto arrivi a casa.

Questi animali non consumano grandi quantità di tempo e non hanno bisogno di molto spazio. Anche prendersi cura di un criceto non è complicato. Anche un bambino in età scolare può affrontarlo con successo. Naturalmente, sotto l'occhio vigile del genitore. È sufficiente ricordare alcune regole di base per la cura. Come prendersi cura di un criceto?

1. La migliore gabbia per un criceto

Un mito è particolarmente radicato quando si tratta di gabbie per criceti. È ancora abbastanza comune credere che un animale domestico piccolo come il criceto non abbia affatto bisogno di una gabbia grande. Ecco da dove provengono tutti i criceti stressati in gabbie troppo piccole.

I criceti si sentono felici solo quando possono muoversi in un territorio ampio. Pertanto, la gabbia non deve occupare una superficie inferiore a 4000 cm2, o 100x40cm (soprattutto nel caso del criceto siriano). Tuttavia, questa è solo la base. Più grande è la gabbia, meglio si sente il criceto al suo interno. L'altezza non è così importante.

Tuttavia, è più sicuro se non è troppo grande. Il criceto può tentare acrobazie e arrampicate, ma è meglio che non cada da altezze troppo elevate. Ricordate inoltre di sistemare le sbarre in modo che il criceto non possa infilarci la testa.

2. Attrezzatura adeguata per la gabbia

La gabbia è molto importante. Tuttavia, la gabbia è solo una base. Qualcosa come le pareti grezze di un appartamento. L'attrezzatura è molto importante. Un criceto ha bisogno di una lettiera adeguata, di un abbeveratoio, di una ciotola, di un mulinello o di una sabbiera. Una casa non è necessaria, anche se utile. Tuttavia, è una cattiva idea acquistare una palla da corsa per il criceto: all'interno è molto rumorosa e soffocante, inoltre il criceto non ha contatto con il terreno e i suoi sensi non sono in grado di percepire gli stimoli.

La lettiera adatta è costituita da segatura fine e priva di schegge o da pellet speciali e assorbenti. Il fieno è un'ottima aggiunta. Per una buona igiene e per eliminare i problemi di odore.

La ciotola per bere può essere sostituita da una seconda ciotola. Tuttavia, è meglio non farlo. Una ciotola per bere permette al criceto di bere l'acqua più comodamente. Inoltre, impedisce al criceto di rovesciare accidentalmente e di versare l'acqua su tutto ciò che si trova nella gabbia, compreso il criceto stesso.

3. Cura del criceto: la dieta è fondamentale!

La cura di un criceto domestico non sarà completa e corretta senza una dieta adeguata. L'alimentazione è molto importante per la prevenzione sanitaria. La dieta di un criceto dovrebbe essere composta da cereali, frutta, verdura e altri vegetali. È possibile somministrare al criceto un buon cibo secco appositamente studiato per lui.

Tra la frutta e la verdura nella dieta dei criceti vale la pena introdurre carote, mele senza semi, banane, mais, broccoli (ma con cautela e in piccole quantità), piselli, pere, trifoglio, alghe, fieno. I criceti mangiano volentieri anche un po' di uova sode o di formaggio giallo, ma è meglio non dargli troppo spesso. Una volta ogni settimana o due è sufficiente. Assicuratevi che il cibo che date al criceto sia fresco. Dopo un massimo di due giorni, rimuovere dalla gabbia tutto ciò che il criceto non ha mangiato.

4. Una buona cura è la chiave per la felicità del criceto

In Italia è possibile acquistare più di un tipo di criceto. I più popolari sono i criceti jungariani e siriani. Le loro cure sono molto simili, ma non identiche. I criceti jungariani sono più attivi. Hanno quindi bisogno di più spazio, più giocattoli e più possibilità di correre rispetto al criceto siriano.

La cura del criceto siriano, invece, deve tenere conto del suo stile di vita piuttosto pigro. È associata a una forte tendenza al sovrappeso dannoso.

Ricordate inoltre che ai criceti, come a tutti i roditori, crescono i denti nel corso della loro vita. La loro crescita eccessiva può causare molti problemi e provocare molto dolore al criceto. Pertanto, è importante fornirgli l'opportunità di digrignare costantemente i denti. Anche la pulizia regolare della gabbia è molto importante. Non bisogna permettere che nella gabbia compaiano cattivi odori. È meglio pulire la gabbia due o tre volte alla settimana. Se necessario, più spesso.

5. Niente bagno!

Abbiamo già trattato questo argomento in un articolo di novembre: Si può fare il bagno a un criceto? È difficile credere che alcune persone si pongano ancora questa domanda!

Tuttavia, si tratta di una questione talmente importante che deve essere pubblicizzata. Esiste ancora la convinzione che i criceti devono essere lavati. Questo non è assolutamente vero!

I criceti in natura vivono in zone con scarsità d'acqua. Spesso si trovano anche in zone semi-aride e desertiche. Non hanno bisogno di grandi quantità d'acqua in natura, né in ambiente domestico.

Il criceto può davvero cavarsela benissimo da solo. Senza acqua. Pulisce tutto il pelo senza problemi. Non deve essere disturbato. I bagni sono del tutto inutili e pericolosi per la delicata salute del criceto. Può anche causargli molto stress.

6. Attenzione alle malattie!

Se notate che il vostro criceto non ha appetito, è letargico, si sdraia in un angolo e non vuole giocare, non indugiate. Portatelo dal veterinario. Le malattie dei criceti possono svilupparsi molto rapidamente e portare alla morte immediata dell'animale.

Le probabilità che si verifichino sono ridotte se si forniscono al criceto le giuste condizioni di vita. I criceti non devono bagnarsi con l'acqua, mangiare cibo sano e vario e vivere in condizioni di pulizia. Anche la pulizia della gabbia fa parte della prevenzione sanitaria.

7. Mantenere il criceto al sicuro

Le malattie non sono l'unica cosa che può colpire il criceto. I pericoli sono molti di più. Lo stress è molto dannoso per i criceti. Lo eviterà se la gabbia viene tenuta in un luogo tranquillo. Tuttavia, non può stare in un luogo con un alto livello di umidità. Né in un luogo troppo riscaldato e soleggiato.

È meglio tenerlo lontano da televisori, finestre e dalle immediate vicinanze dei termosifoni. Le sbarre della gabbia devono essere adeguate alle dimensioni del criceto. Devono impedire al criceto di fuggire o di incastrare la testa.

8. Addomesticare un criceto - difficile ma non impossibile

Selvaggio, indomito e poco fiducioso. All'inizio quasi tutti i criceti sono così. La cura di questo animale deve includere un processo di addomesticamento. Ma non fatelo immediatamente. Subito dopo l'acquisto, il criceto è stressato e può mordere. Lasciategli qualche giorno per abituarsi alla nuova situazione.

In seguito, si può provare a corromperlo con delle prelibatezze, come dei pezzetti di mela sulla mano. Il passo successivo, dopo qualche giorno, dovrebbe essere quello di accarezzare il criceto nella sua gabbia. Non si deve esagerare e si deve smettere quando il criceto diventa nervoso. Infine, si può provare a prenderlo in braccio. Non per molto.

È possibile aumentare questo tempo nel tempo. Un criceto addomesticato sarà felice di stare in compagnia degli esseri umani. Tuttavia, avrà ancora bisogno di pace e tranquillità.

9. La solitudine: il secondo nome di ogni criceto

Questo perché il criceto è un solitario. A volte può sembrare che il criceto sia infelice e solitario quando se ne sta così solo nella sua gabbia. Tuttavia, questa è un'impressione completamente sbagliata! I criceti sono solitari. Si sentono meglio se lasciati in pace.

Aggiungere un secondo criceto per avere compagnia è sempre una ricetta per l'infelicità e il disastro. Non importa quanto sia grande la gabbia. La regola più sensata è una gabbia per un criceto.

10. Un criceto sano è un criceto attivo

Un criceto letargico e poco disposto a giocare è un criceto con problemi di salute. Tuttavia, non fatevi prendere dal panico se durante il giorno il criceto si nasconde in casa o si rannicchia in un angolo della gabbia e dorme.

I criceti sono animali notturni. È di notte che diventano attivi, mentre di giorno dormono tranquillamente. Di notte amano giocare. A volte in modo piuttosto rumoroso. Soprattutto quando il mulinello è rumoroso. Pertanto, un criceto non dovrebbe necessariamente vivere nella stanza di un bambino.

Ai criceti piacciono tutti i tipi di giocattoli. È bene cambiarli relativamente spesso per evitare che si annoino. Mulinelli, pareti per arrampicarsi, ponti di legno, palle d'erba: sono molti i giocattoli per i criceti che hanno semplicemente bisogno di essere fisicamente attivi.

Prendersi cura di un criceto non è così spaventoso

La cura di un criceto non è particolarmente problematica. Lo stile di vita solitario del criceto, la sua disponibilità a giocare da solo e la sua capacità di prendersi cura della propria igiene fanno sì che non abbia bisogno di essere accudito 24 ore al giorno. Anche la dieta di un criceto non è complicata, e allo stesso tempo il cibo per un criceto non è il più costoso.

D'altra parte, un criceto che si sente felice e in salute si divertirà a essere attivo e a regalare un sacco di divertimento, che deriva semplicemente dall'osservare le sue azioni.

pixel