Salva nella lista della spesa
Crea una nuova lista della spesa

NECROSI DELLE PINNE NEI PESCI D'ACQUARIO: COME RICONOSCERE LA MALATTIA E TRATTARLA?

2023-05-13
NECROSI DELLE PINNE NEI PESCI D'ACQUARIO: COME RICONOSCERE LA MALATTIA E TRATTARLA?

La necrosi delle pinne è una delle malattie più comuni che colpiscono i pesci d'acquario domestici. Gli esemplari giovani e alcune specie come i combattenti e i molly sono particolarmente suscettibili. Quali sono i sintomi della necrosi delle pinne? Come trattare e prevenire questa malattia pericolosa per la vita dei pesci?

Necrosi delle pinne: le cause più comuni

La necrosi delle pinne è una malattia causata da un batterio. Le cause della loro comparsa possono variare e dipendono dalle condizioni dell'acquario. I batteri che attaccano le pinne dei pesci sono principalmente Aeromonas, Pseudomonas e Cytophaga. Questi sono presenti naturalmente nell'acquario. Attaccano i pesci più deboli, la cui immunità è diminuita a causa del cattivo ambiente in cui vivono o a causa di altri pesci che mordono le loro pinne.

Uno dei motivi principali dell'indebolimento dei pesci d'acquario sono le cattive condizioni dell'acqua e la mancanza di pulizia dell'acquario. Pulire l'acqua troppo di rado provoca l'accumulo di batteri, con conseguente diminuzione delle difese immunitarie dei pesci. Anche l'acqua troppo fredda o con un pH inadeguato può contribuire allo sviluppo di malattie, tra cui la necrosi delle pinne. I boobie e i molini sono spesso citati come gli individui più a rischio di sviluppare questa malattia. È pericolosa anche per i giovani che non hanno ancora un sistema immunitario completamente sviluppato.

Tuttavia, è bene ricordare che la necrosi delle pinne può colpire pesci di qualsiasi specie e a qualsiasi età. La pulizia dell'acquario e la manutenzione dell'acqua sono la cosa più importante per la salute dei pesci. È quindi consigliabile dotarsi di strumenti speciali.

Oltre alle cattive condizioni dell'acqua, anche un'alimentazione scorretta può contribuire alle malattie. Ciò che conta è la qualità e la quantità di cibo somministrato, poiché un eccesso di cibo può causare il deposito di residui sul fondo e sulle pareti dell'acquario e aumentare l'inquinamento dell'acqua. La necrosi delle pinne può verificarsi anche a causa di altri pesci che le mordono. Questo può essere causato da una cattiva selezione delle specie o da un numero eccessivo di pesci nell'acquario. Lo stress e il sovraffollamento della vasca sono una causa altrettanto comune della comparsa di necrosi delle pinne nei pesci d'acquario quanto l'inquinamento dell'acqua. È inoltre necessario prestare attenzione quando si rimuovono i pesci dall'acquario, poiché gli strumenti affilati possono tagliare le pinne dei pesci e causare un'infezione da parte dei batteri.

Come si riconosce la necrosi delle pinne?

Quali sintomi presenta la necrosi delle pinne? È contagiosa? Fortunatamente questa malattia non è contagiosa. Colpisce i pesci più indeboliti, ma non si trasmette agli altri individui dell'acquario. I sintomi più comuni sono pinne sfilacciate, che possono perdere il loro colore in corrispondenza dei bordi feriti. Possono anche verificarsi ferite visibili sulle pinne e decadimento e morte dell'intera pinna. Più comunemente, le ferite e i bordi sfilacciati sono visibili sulla pinna caudale del pesce. I pesci colpiti da necrosi delle pinne presentano solitamente una riduzione dell'appetito e marcati problemi di nuoto. Per individuare lo stadio iniziale della malattia, è quindi importante tenere sotto controllo i pesci che hanno maggiori probabilità di essere infettati dal batterio.

Necrosi delle pinne: come trattarla e prevenirla?

Quando un pesce sviluppa la necrosi delle pinne, il trattamento è essenziale per ripristinare la sua salute e salvarlo dalla morte. Prima di iniziare il trattamento, che di solito si basa su antibiotici prescritti da un veterinario, è importante controllare le condizioni dell'acqua e, se necessario, cambiare l'acqua dell'acquario. È inoltre importante rimuovere i pezzi di pinne morte e liberare il filtro dal carbone attivo, che assorbe i preparati chimici che hanno un effetto benefico sul recupero. Una volta fatto questo, iniziate a fare il bagno con i preparati prescritti dal medico. Se questi non dovessero essere d'aiuto, è necessario ricorrere agli antibiotici, sempre che il medico li abbia consigliati.

La necrosi delle pinne è una malattia comune nei pesci d'acquario. Tuttavia, può essere prevenuta curando l'igiene, l'alimentazione e il corretto popolamento della vasca. Prima di introdurre un pesce nell'acquario, è bene assicurarsi che possa convivere con le altre specie residenti. La migliore cura per la necrosi delle pinne è la prevenzione, e qualsiasi trattamento dovrebbe sempre essere effettuato sotto la guida di un veterinario.

"Non sempre vediamo gli effetti negativi dei batteri in acquario. Tuttavia, quando le difese immunitarie dei pesci si abbassano, le condizioni fisico-chimiche dell'acqua non sono adatte alle esigenze dei pesci o vengono cambiate troppo rapidamente (ad esempio subito dopo l'acquisto), possono verificarsi gravi disturbi. Un cambiamento poco evidente su una pinna può rivelarsi una malattia grave. Non vale la pena ignorare i sintomi preoccupanti, perché trattare la malattia nelle sue fasi iniziali è molto più gratificante della laboriosa terapia delle lesioni avanzate". - dice la nostra veterinaria. Hanna Pietruszka

pixel