Salva nella lista della spesa
Crea una nuova lista della spesa

LE MALATTIE PIÙ COMUNI DEI CINCILLÀ: I SINTOMI CHE DEVONO PREOCCUPARE

2023-10-17
LE MALATTIE PIÙ COMUNI DEI CINCILLÀ: I SINTOMI CHE DEVONO PREOCCUPARE

Il cincillà appartiene a un gruppo abbastanza popolare di animali domestici. Anche se non si incontrano così spesso come, ad esempio, i criceti o le taccole, vale la pena di scoprire quali sono le malattie di cui questi pelosi soffrono più spesso e come riconoscerne rapidamente i sintomi.

Malattie dei cincillà e loro sintomi: cosa c'è da sapere

Le malattie dei cincillà sono purtroppo relativamente comuni. Anche un raffreddore apparentemente di poco conto può essere la minaccia più grande per i piccoli roditori. Essendo un organismo così delicato, rappresenta una sfida per il sistema di difesa del cincillà. Pertanto, ad ogni situazione preoccupante è necessario reagire immediatamente e consultare il veterinario il prima possibile. Quali sono le malattie più comuni del cincillà e i loro sintomi?

Tigna del cincillà, una malattia infettiva e pericolosa

La tigna del cincillà è una malattia infettiva che progredisce abbastanza rapidamente. È causata da funghi, che nella maggior parte dei casi provocano un'alopecia localizzata intorno al muso, sul naso, sulle orecchie e talvolta anche su tutto il corpo. Nel cincillà possono comparire anche le caratteristiche croste, sintomo dell'intenso grattarsi del cincillà nelle zone infette.

Altri fattori che possono contribuire allo sviluppo della tigna sono una gabbia troppo umida o una mancanza di igiene, soprattutto nella zona in cui il cincillà fa i suoi bisogni. Quando si notano i primi segni di tigna, è necessario consultare immediatamente un medico veterinario per consigliare il trattamento adeguato.

Stitichezza nei cincillà

Un'altra malattia che spesso colpisce questi roditori è la stitichezza. Il modo più semplice per riconoscere la stitichezza nei cincillà è sentire un grumo di cibo che rimane nel basso ventre dell'animale e osservare le feci del cincillà. Se sono piccole e dure, possono indicare un'ostruzione intestinale, che può anche essere fatale per l'animale.

Le cause più comuni della comparsa di stitichezza e costipazione nei cincillà sono l'acqua insufficiente, l'accumulo di pelo nello stomaco e la scarsa qualità del fieno somministrato. Anche una gabbia troppo piccola che impedisce all'animale di muoversi può essere un motivo. Il consulto con un veterinario è essenziale in questo caso e dovrebbe avvenire il prima possibile.

Diarrea, non permettere la disidratazione

Un'altra malattia pericolosa dell'apparato digerente è la diarrea che, come la stitichezza, può avere conseguenze fatali per il cincillà. La disidratazione e la perdita di preziosi minerali e vitamine possono portare alle conseguenze peggiori. Per evitare il rischio di diarrea, è consigliabile prestare particolare attenzione alla pulizia degli abbeveratoi e dei luoghi in cui il cincillà mangia il cibo. Occorre inoltre curare l'igiene generale della gabbia dell'animale.

E la flatulenza?

Anche le flatulenze sono un disturbo che può essere sgradevole e pericoloso per i cincillà. Si verificano quando l'animale mangia troppa frutta, fieno e verdure fresche e non adeguatamente essiccate. Il cincillà si ritrova con un pancino rotondo e sensibilmente duro, può anche avere una respirazione accelerata e "agitarsi" a causa del disagio. Per dare un po' di sollievo al vostro animale, potete massaggiargli delicatamente il pancino e poi andare con lui dal veterinario il prima possibile.

Catarro nel cincillà - non sottovalutarlo

Quali sono le malattie del cincillà che si manifestano con la stessa frequenza delle malattie gastrointestinali? Il catarro nei cincillà è un disturbo che non può essere sottovalutato. Il più delle volte si verifica quando il cincillà si trova in un luogo umido, esposto a frequenti sbalzi di temperatura e a correnti d'aria.

La rinite del cincillà può essere trattata con rimedi "umani", ossia prodotti ricchi di vitamina C sicuri per l'animale. Tuttavia, è più sicuro consultare il medico e chiedergli con attenzione come combattere la rinite nei cincillà.

Malattie dentali

Di cos'altro soffre il cincillà? Le malattie dei denti, che spesso lo infastidiscono, colpiscono anche tutti gli altri roditori. La crescita eccessiva dei denti è una condizione molto dolorosa causata da un'abrasione inadeguata degli incisivi. Fornire al cincillà un masticatore di buona qualità, un buon cibo e visite regolari dal medico contribuiranno a evitare l'insorgere di questa spiacevole malattia.

Tuttavia, una volta che si è verificata la crescita eccessiva dei denti, è necessario recarsi da uno specialista che limerà gli incisivi e raccomanderà ulteriori trattamenti e gestioni per eliminare il ripetersi della condizione.

Malattie dei cincillà: tenetelo a mente

Come si può notare, il cincillà, come qualsiasi altro animale, può soffrire di un'ampia varietà di malattie. Alcune sono dovute alla mancanza di igiene, altre a un'alimentazione inadeguata del roditore. In tutti questi casi, è estremamente importante individuare i sintomi il prima possibile e consultare immediatamente un veterinario.

"I cincillà sono animali da branco, molto timidi ed estremamente mobili. Per mantenerli in buone condizioni è necessario conoscere la loro fisiologia. Una dieta adeguata, composta da fieno, germogli e radici, è molto importante. È importante ricordare che il cibo fresco è sconsigliato e che la verdura o la frutta vengono somministrate solo occasionalmente. È inoltre importante mantenere l'igiene della gabbia e fare molto esercizio fisico". - ci dice la veterinaria Hanna Pietruszka

pixel