Salva nella lista della spesa
Crea una nuova lista della spesa

LA TEMPERATURA DEL CANE: COME SI FA A SAPERE SE HA GIÀ LA FEBBRE?

2022-07-05
LA TEMPERATURA DEL CANE: COME SI FA A SAPERE SE HA GIÀ LA FEBBRE?

Il corpo di un cane sano è sempre più caldo di quello di un essere umano. Quando arriva la malattia, il suo guardiano non solo se ne accorge immediatamente, ma accarezzandolo sente che sta succedendo qualcosa di brutto. Molti proprietari sanno, semplicemente appoggiando la mano sul corpo dell'animale, se la sua temperatura è normale. L'aumento del calore è solo uno dei tanti sintomi della febbre. Vale la pena conoscerli per sapere come aiutarlo in questi momenti difficili.

Cani diversi - temperature diverse

Non esiste un'unica temperatura corretta adatta a tutti i cani. Dal punto di vista fisiologico, non solo varia in base alle dimensioni del cane a quattro zampe, ma ha anche una gamma piuttosto ampia. Nei cani di piccola taglia sarà così: 38,5ºC - 39,0ºC, nei cani di taglia media: 38,0ºC - 39,0ºC, mentre nelle razze grandi e giganti: 37,5ºC - 38,5ºC. I cuccioli possono avere temperature più alte fino a 0,5ºC. Questo dato non solo è molto più alto rispetto a quello degli esseri umani. Anche l'intervallo dei valori normali è molto più ampio.

Vale la pena di ricordare qual è la temperatura del vostro animale domestico quando è in salute. Potete misurarlo da soli o ricorrere alla visita annuale in ambulatorio e chiedere al medico di fornirvi il valore misurato. Naturalmente, questa temperatura si alzerà fisiologicamente un po' nelle giornate calde, dopo un esercizio fisico intenso o sotto stress, ma saremo consapevoli di ciò che è normale per il nostro cane. Questo ci darà un punto di riferimento in caso di malattia.

Febbre nel cane: di cosa si tratta?

La febbre è composta da molti sintomi diversi. Si tratta di un fenomeno che si verifica quando la temperatura interna aumenta, anche se i meccanismi termoregolatori dell'organismo funzionano correttamente. Questa condizione ci indica che il corpo sta combattendo contro qualcosa. Il suo lavoro cambia per far fronte alla nuova situazione e ripristinare la salute.

Un aumento di 1ºC della temperatura interna è definito stato subfebbrile. Solo un aumento di 2-3ºC può essere considerato febbre. La temperatura corporea massima consentita nei cani è di 43ºC: oltre questo valore si verificano già danni ai tessuti.

La febbre in un cane non è solo una temperatura alta

L'aumento della temperatura interna è il sintomo più noto e caratteristico della febbre, ma non è l'unico. Quando riconosciamo la febbre in un cane, ci sono molti altri sintomi. La funzione del tratto digestivo è alterata: la peristalsi intestinale rallenta e la produzione di succhi gastrici diminuisce, con conseguenti problemi digestivi.

Anche l'equilibrio idrico ed elettrolitico viene alterato: l'organismo si disidrata. Lo conferma, tra l'altro, la secchezza dello specchio nasale. La disidratazione si manifesta anche con una riduzione della quantità e della consistenza delle feci, che diventano più secche e meno numerose. Il cane è visibilmente letargico, riluttante a mangiare, tremante e il mantello degli animali a pelo corto è lunatico. Se la febbre si protrae per un periodo prolungato, l'organismo si debilita e si indebolisce.

Il riscaldamento eccessivo è altrettanto pericoloso!

In caso di surriscaldamento, proprio come in caso di febbre, si vedranno valori elevati sul termometro, ma il meccanismo è diverso. In questo caso, la capacità termoregolatoria dell'organismo viene meno e il corpo non si difende dall'aumento della temperatura. Si tratta di una situazione molto pericolosa, perché può portare a un colpo di calore.

Questa condizione è solitamente influenzata dalle alte temperature ambientali, ma non solo. Può anche essere l'aumento dell'umidità, lo stress, l'eccessivo esercizio fisico o uno spazio abitativo ridotto.

Febbre nel cane: i sintomi che dovrebbero preoccuparvi

Si può sentire con la mano che la pelle del cane è più calda, si può vedere che ha lo specchio nasale asciutto, ma anche questo non è sufficiente per concludere che il cane ha una temperatura interna troppo alta. Non è possibile sostituire la misurazione con un termometro. Solo questo esame ci dà la certezza di non aver commesso un errore. A volte, nelle calde giornate estive, il mantello (soprattutto quello nero) si riscalda e lo specchio nasale si secca. Finché la termoregolazione funziona correttamente e il corpo si raffredda in modo adeguato, non c'è nulla di sbagliato. Per verificare se la temperatura corporea del cane è aumentata, potete misurarla voi stessi a casa, tenendo però presenti alcune regole importanti.

Innanzitutto, è necessario disporre di un termometro destinato esclusivamente al vostro animale domestico. Sarebbe opportuno che avesse una punta flessibile e che potesse misurare in tempi relativamente brevi. Misuriamo la temperatura negli animali inserendo il termometro per via rettale. Per non rendere il test sgradevole per il cane, la punta del termometro deve essere immersa in un lubrificante come olio di paraffina o anche olio alimentare o vaselina. Affinché il test sia affidabile, la punta di misurazione deve rientrare completamente nel retto. È preferibile inserire il termometro a circa 2-3 cm nel retto.

Se il dispositivo rileva una temperatura elevata nel cane, è meglio contattare il veterinario per avere consigli su cosa fare in questo caso particolare.

Cosa fare se si sospetta una febbre nel cane?

Prima di tutto, se ci accorgiamo che il nostro cane non si sente bene, dobbiamo andare con lui nell'ambulatorio veterinario per un esame approfondito. Sentendosi male, il corpo manifesta un processo di malattia in corso. La febbre si manifesta nella grande maggioranza delle malattie interne. Spesso, oltre alla sua presenza, si possono notare altri sintomi.

Discrete deviazioni dalla norma possono indicare al medico il problema del cane. Il medico può anche ordinare ulteriori esami per scoprire la causa della febbre dell'animale.

Temperatura alta in un cane: come possiamo aiutarlo a casa?

Se, per vari motivi, non possiamo andare subito dal veterinario, possiamo dare sollievo al nostro cane in vari modi fino alla partenza. Innanzitutto, l'animale deve trovarsi in una stanza ben ventilata e non surriscaldata. È anche una buona idea dargli da bere acqua fredda. Se la temperatura del cane è elevata, si possono applicare impacchi di ghiaccio fresco sul suo corpo. Quando il nostro cane è malato e si vede che sta soffrendo, è naturale volerlo aiutare molto.

Tuttavia, dobbiamo ricordarci di non somministrargli antipiretici destinati agli esseri umani. Così facendo, in realtà, gli faremmo ancora più male. Possono causare ulcerazioni gastriche, erosioni e infiammazioni del tratto digestivo, insufficienza renale e persino convulsioni. È una buona idea avere nell'armadietto dei medicinali di casa degli antipiretici studiati per il cane, ma anche in questo caso non devono essere somministrati senza aver contattato il medico. Per alcune patologie, i farmaci antinfiammatori e antipiretici sono controindicati per somministrazione orale.

Nel caso in cui non sia possibile andare in ambulatorio, vale la pena di chiamare il veterinario e chiedere cosa si può fare ad hoc per questo caso specifico. Se il veterinario consiglia un farmaco, calcolerà anche la dose più appropriata per dare sollievo al cane al momento della visita.

E quando un cane si surriscalda?

In caso di surriscaldamento, il momento in cui reagiamo e iniziamo a prestare soccorso al cane è molto importante. È essenziale un luogo fresco con una buona ventilazione. È inoltre necessario raffreddare il cane versandogli addosso dell'acqua fredda e portarlo il prima possibile nell'ambulatorio del veterinario. Durante l'intervento, il veterinario si accerterà che non vi siano danni agli organi interni e inizierà un trattamento per raffreddare il cane e fornirgli ossigeno adeguato.

Quando un cane è malato, la febbre è l'espressione della difesa e della lotta del suo organismo. Sebbene sia sgradevole, aiuta ad affrontare la malattia. È un meccanismo valido e molto necessario. Tuttavia, ci preoccupiamo perché vediamo il nostro animale soffrire. In ogni caso, è importante portare il cane dal veterinario e assicurarsi a intervalli regolari che la temperatura sia mantenuta.

Bisogna anche ricordare che la febbre può scendere e poi risalire dopo qualche tempo. Un trattamento efficace della malattia che ha causato la febbre aiuterà il cane a tornare in piena salute.

pixel