Salva nella lista della spesa
Crea una nuova lista della spesa

I PORCELLINI D'INDIA POSSONO MANGIARE IL DENTE DI LEONE

2023-09-11
I PORCELLINI D'INDIA POSSONO MANGIARE IL DENTE DI LEONE

Nutrire un porcellino d'India è un compito responsabile. La dieta di questo roditore deve fornire tutte le vitamine e i minerali necessari. La sua base è costituita da fieno, erbe, verdure e ortaggi. Una volta soddisfatte le basi, vale la pena di aggiungere un po' di varietà. Quali? Alcuni ingredienti possono sembrare sicuri per il maiale, ma in realtà causano complicazioni a livello digestivo o di salute. Una pianta che sta facendo discutere i proprietari di cavie, ora ufficialmente nota come caffè della casa, è il tarassaco. La cavia può mangiare la bottarga? Se sì, in quale forma e in quale parte?

Le piante da prato sono una componente importante della dieta della cavia domestica. Fresche e raccolte in un ambiente pulito, sono una vera e propria prelibatezza per la cavia e allo stesso tempo le forniscono sostanze nutritive e fibre, così necessarie nella dieta di una cavia.

Prima di somministrare piante ed erbe del prato, la prima cosa da fare è controllare che le verdure raccolte siano sicuramente adatte al vostro maiale, quindi lavarle accuratamente, eliminando ogni traccia di sporco, e - cosa importante - asciugarle. Tra le verdure più comunemente somministrate ai maiali da campo ci sono l'erba, il trifoglio e l'alga. Tuttavia, alcune di queste piante sono completamente sicure e consigliabili per il vostro animale?

Una cavia può mangiare il tarassaco? Verificate di non aver confuso le piante!

Il tarassaco per cavie è un buon integratore alimentare? Le discussioni su questo argomento non finiscono mai e la maggior parte di esse nasce dalla confusione tra due piante molto simili, ovvero il tarassaco e il dente di leone. Una leggera differenza nell'aspetto può rappresentare una seria minaccia per la salute del vostro maiale. Come si fa a distinguere queste due piante da campo molto simili?

Innanzitutto, bisogna sapere che il tarassaco è un'erbaccia di campo e che il dente di leone, come suggerisce il nome, appartiene al gruppo delle erbe con proprietà medicinali. Visivamente, il tarassaco si differenzia dal dente di leone per la presenza di un unico lungo stelo da cui si dipartono germogli laterali più piccoli. Il tarassaco, invece, ha diversi steli che partono dalla "base" e si dividono in germogli più piccoli. È anche il dente di leone che, dopo la fioritura, si trasforma nei famosi denti di leone.

Quali di queste piante può mangiare la vostra cavia? Il tarassaco può essere molto velenoso per alcuni animali, quindi non è consigliabile somministrarlo alle cavie. Se volete aggiungere varietà al pasto della vostra cavia, scegliete sicuramente il dente di leone, in particolare le foglie di dente di leone, che saranno sicuramente assaggiate dal caviale domestico.

Evitate di dare i gambi e i fiori, che, in primo luogo, non sono gustosi come le foglie e, in secondo luogo, possono causare piccoli problemi digestivi. In conclusione, se la vostra cavia si annoia dell'erba comune, datele le foglie di tarassaco, e assicuratevi di non confonderlo con l'alga velenosa prima di darlo!

Un porcellino d'India può mangiare l'erba? Assolutamente sì!

Un'altra domanda frequente, posta dai proprietari di porcellini d'India domestici, è se un porcellino d'India può mangiare l'erba. Si tratta di una domanda molto generica, poiché esistono molti tipi di erbe di campo. Se si tratta dell'erba tradizionale che cresce in un prato o in un giardino, può essere un'ottima aggiunta alla dieta della cavia.

È importante ricordare di pulire e asciugare bene l'erba. Evitate anche di raccoglierla in prossimità di strade asfaltate o sabbiose, che causano una forte contaminazione delle piante. Perché l'erba è benefica per la salute dei porcellini d'India? Innanzitutto, favorisce la digestione, muove il cibo nell'intestino e lo rende più facile da digerire. Per questo motivo, a volte è persino consigliabile uscire all'aria aperta con il vostro maiale e fargli indossare un'imbracatura in modo che possa sgranocchiare liberamente l'erba fresca.

Tuttavia, ricordate di proteggervi dalle zecche, che possono rappresentare un serio pericolo di vita per il vostro animale. Se somministrate l'erba a casa, assicuratevi che sia fresca e verde. Per il suo benessere, è meglio dare subito da mangiare un mazzo di erba verde profumata e pulita. D'altra parte, fate attenzione alla quantità di erba: troppa umidità può danneggiare il vostro animale.

Il porcellino d'India può mangiare il trifoglio? Sì, ma senza esagerare con le quantità

E le altre erbe e piante che crescono nel prato? Può una cavia mangiare il trifoglio, che non manca mai nei campi e nei giardini di proprietà? Il trifoglio riesce anche a creare una notevole confusione nelle discussioni sulla dieta della cavia domestica. I sostenitori del trifoglio sostengono i suoi benefici in quanto, come l'erba verde, facilita il metabolismo e il processo di digestione del cibo.

Questo è certamente il suo più grande vantaggio, ma non è trascurabile il fatto che le cavie amino il trifoglio di campo. Tuttavia, gli oppositori di questa pianta mettono in guardia dal consumo eccessivo di trifoglio, che può provocare flatulenze dolorose e problematiche, nonché diarrea e alterazione della flora gastrointestinale (ecco perché è necessaria la moderazione).

Questo argomento non deve essere ignorato e bisogna tenere d'occhio il maialino per assicurarsi che non mangi troppo mentre gironzola in un prato dove cresce il trifoglio. Quindi, se si tiene d'occhio la giusta quantità di trifoglio consumata, non dovrebbe nuocere al maiale, ma può solo migliorare il suo umore e il processo di digestione. Nella giusta quantità, quindi, è addirittura consigliabile come parte della dieta del vostro maiale domestico.

Altre piante da campo nella dieta del porcellino d'India

E le altre piante? Oltre al tarassaco, all'erba e al trifoglio, la cavia può sgranocchiare altre erbe e piante? In realtà, quasi tutte le erbe di campo che la cavia incontra non dovrebbero farle male, ma solo favorire la digestione. La piantaggine, l'equiseto, la camomilla o l'erba medica sono una prelibatezza per la martora.

Oltre alle piante di campo, vale la pena di dargli anche foglie e prezzemolo di verdure, ad esempio cime di carote, prezzemolo, foglie fresche di spinaci o cavolfiori, ravanelli, nonché foglie di fragole, ribes e lamponi.

Una dieta adeguata per la taccola domestica può proteggerla da spiacevoli disturbi di stomaco e renderla sempre piena di umore ed energia. Il fieno è l'ingrediente principale della sua dieta, ma quando si scelgono erbe e piante bisogna fare attenzione che non contengano sostanze velenose (come il tarassaco), che siano da mangiare in quantità limitate (trifoglio) e che siano essiccate.

pixel