Salva nella lista della spesa
Crea una nuova lista della spesa

GIARDIA NEL GATTO. COS'È, COME SI MANIFESTA E COME TRATTARE IL VOSTRO ANIMALE?

2023-04-22
GIARDIA NEL GATTO. COS'È, COME SI MANIFESTA E COME TRATTARE IL VOSTRO ANIMALE?

La diarrea rende sicuramente più spiacevole la vita del gatto, ma anche quella di chi se ne prende cura. È impossibile ridurre le cause della diarrea a un'unica patologia: ce ne sono molte, ed è per questo che il processo diagnostico della diarrea è a volte arduo. Una delle fasi di questo processo è l'esecuzione di un test per individuare la Giardia lamblia. Cos'è la giardia nel gatto? Come può avvenire l'infezione da questo protozoo e perché bisogna temerla?

Qual è la causa della giardia nel gatto?

Il responsabile della malattia è il protozoo Giardia lamblia, altrimenti noto come Lamblia intestinalis.Abita l'intestino dove vive e si riproduce. È così piccolo che può essere osservato solo al microscopio. Nonostante le sue dimensioni, ha una capacità di crescita molto elevata. Minaccia non solo gli animali domestici, ma anche altri mammiferi. Gli esseri umani, purtroppo, non fanno eccezione.

Giardia lamblia si è adattata a vivere nel difficile ambiente dell'intestino. Utilizza un disco aggrappato piuttosto grande per attaccarsi al punto giusto della mucosa. Tuttavia, deve muoversi lungo il tratto digestivo prima di trovare il luogo ideale per nutrirsi. Per farlo utilizza fino a quattro paia di lunghi viticci. La loro presenza ha permesso di classificare la giardiasi come verme filiforme.

Come può avvenire l'infezione?

La giardiasi nel gatto produce un numero molto elevato di cisti. L'animale malato le espelle con le feci nell'ambiente per un periodo di diverse settimane o addirittura mesi. Le cisti sono immediatamente in grado di causare l'infezione in un altro mammifero, se solo vengono ingerite in quantità sufficiente. Ciò non è difficile, tuttavia, poiché la loro presenza nell'acqua, nel suolo o sulle piante è sufficiente per la diffusione del protozoo. Per questo motivo, sgranocchiare l'erba o anche bere l'acqua di una pozzanghera può diventare la causa dell'inizio del processo di malattia nel nostro gatto.

Il cibo per gatti di per sé non è un problema, ma se contaminato da un animale infetto può diventare una fonte di malattia. I gatti che vivono in gruppo sono particolarmente vulnerabili alle infezioni. Anche un solo individuo malato che espelle cisti con le feci rappresenta un pericolo per gli altri animali che condividono lo stesso ambiente. Nella maggior parte dei casi, tutti i gatti si ammalano, ma non tutti mostrano sintomi.

Cosa succede nell'organismo infetto?

I protozoi vengono ingeriti accidentalmente durante un pasto o, ad esempio, durante la toilette, e poi entrano nell'intestino. Lì maturano e si depositano. A volte passano nei dotti biliari o nella cistifellea, ma non è frequente. Nell'intestino, la giardia lamblia distrugge le cellule epiteliali e provoca quindi un'infiammazione. Inoltre, interrompe il normale processo secretorio e linfatico dell'intestino.

Giardia nel gatto - sintomi

I gatti infetti non sempre mostrano sintomi caratteristici. A volte i primi sintomi compaiono solo dopo molto tempo.

Il disturbo più caratteristico dei gatti infetti è la diarrea. Di solito le feci sono sciolte e passano più frequentemente del solito. A volte nelle feci si può vedere del muco o addirittura del sangue. La diarrea può durare poco e risolversi spontaneamente. Tuttavia, può ripresentarsi dopo poco tempo. In alcuni casi si verifica anche una diarrea continua e debilitante.

Se la durata è relativamente lunga e l'intensità è elevata, seguiranno altri sintomi come perdita di peso, deterioramento del pelo e apatia.

Come riconoscere un'infestazione?

Un gatto che soffre di diarrea deve essere portato in ambulatorio veterinario per un esame approfondito. Questo vale soprattutto per i casi cronici, ricorrenti e caratterizzati da perdita di appetito.

Il medico può ordinare vari esami supplementari per contribuire a una diagnosi accurata. Il test definitivo per confermare l'infezione da Giardia lamblia è il lavaggio delle feci o dell'intestino. Abbiamo la possibilità di eseguire un esame microscopico e di cercare le forme adulte e vive nelle feci fresche o le cisti stesse. Spesso vengono eseguiti anche test immunologici.

Purtroppo, un singolo esame fecale non ci dà la certezza che il risultato sia affidabile. Questo perché le cisti vengono espulse nell'ambiente periodicamente e quindi è possibile che non vengano catturate.

Per aumentare le probabilità, si consiglia di eseguire un test su campioni di feci in pool. Questo richiede un campionamento giornaliero per tre giorni consecutivi. Solo questo materiale viene portato in analisi. È necessario eseguire un totale di tre test in rapida successione e, se tutti i risultati sono negativi, è possibile escludere la giardiasi come causa dei sintomi.

Giardia lamblia nel gatto - trattamento

Una volta diagnosticata l'infestazione, il veterinario prescrive all'animale i preparati medicinali adatti. Questi sono disponibili principalmente sotto forma di compresse da somministrare quotidianamente per diversi giorni consecutivi. I gatti non sono collaborativi nell'ingerire le compresse, quindi non abbiate paura di chiedere un'altra forma di trattamento nei casi difficili. Le compresse non sono ovviamente l'unico modo per aiutare il vostro animale.

Dopo il trattamento, è necessario effettuare un controllo abbastanza rapido. A volte il protozoo non risponde alla terapia ed è necessario ripeterla con un altro preparato.

Non dimentichiamo che l'infiammazione e i danni provocati dal protozoo permangono nonostante l'eliminazione della fonte del problema. Per questo motivo, i farmaci antiprotozoari da soli non sono sufficienti. La fase successiva del trattamento consiste nel calmare l'infiammazione dell'intestino e nel ripopolarlo con la flora batterica corretta. Questo trattamento viene effettuato molto tempo dopo la fine della terapia vera e propria. Questo è estremamente importante per riportare l'intestino in piena salute.

Trattare solo il gatto che risulta positivo può non essere sufficiente per gli animali che vivono in gruppo. Per eradicare completamente il protozoo dall'ambiente, tutti gli animali devono essere trattati.

Gestione aggiuntiva a casa

Quando viene individuata la giardiasi in un gatto, il trattamento non può limitarsi alla somministrazione di preparati. È necessaria anche la pulizia dell'ambiente. È meglio pulire regolarmente e a fondo i locali in cui l'animale è ospitato. Utilizziamo candeggina al cloro, cloroxilenolo o basi di ammonio quaternario. Le superfici lavate devono essere lasciate asciugare spontaneamente. I gatti possono rientrare nella stanza lavata solo dopo 2 giorni. Questo è un modo valido ed efficace per ridurre la diffusione della malattia.

Anche il lavaggio della zona anale, della coda e delle zampe posteriori del gatto può essere efficace. È meglio fare il bagno utilizzando speciali shampoo disinfettanti per gatti, seguiti da un'accurata asciugatura del pelo del gatto. Nel caso di gatti a pelo lungo, vale la pena di considerare la possibilità di tagliare i peli vicino all'ano, che contribuirà sicuramente a mantenere l'igiene al giusto livello.

È inoltre importante disinfettare regolarmente gli oggetti con cui il gatto è entrato in contatto: ciotole, coperte e lettiere e, soprattutto, la lettiera del gatto devono essere lavate e disinfettate quotidianamente.

Giardiosi nel gatto: cos'altro si può fare?

È importante somministrare un alimento per gatti equilibrato e di alta qualità. Il pasto deve essere facilmente digeribile, ma deve fornire un adeguato apporto di proteine. Una dieta di questo tipo facilita la digestione e l'assimilazione dei nutrienti da parte dell'animale, con conseguente recupero più completo e più rapido.

Esposizione del curante

La giardiasi è una zoonosi, il che significa che l'uomo può contrarre il protozoo da un animale. Questo non accade spesso (è molto più comune che un gatto venga infettato da un umano), ma non è impossibile. Sono soprattutto i bambini a essere infettati. Il modo per evitare la trasmissione dell'infezione è quello di tenere sotto controllo l'igiene dopo il contatto con l'animale e di pulire accuratamente l'ambiente intorno all'animale.

La giardiosi rimane nascosta per molto tempo. A volte i sintomi compaiono relativamente tardi rispetto al momento dell'infezione. Questi sintomi non sono specifici di questa particolare entità patologica, quindi non è possibile determinare la presenza del protozoo nell'intestino senza eseguire ulteriori test. Un risultato positivo del test consente di scegliere rapidamente un trattamento mirato. Non garantisce un miglioramento immediato, ma la somministrazione sistematica di farmaci e una cura costante aiutano a ripristinare la salute dell'intestino.

pixel