Salva nella lista della spesa
Crea una nuova lista della spesa

GATTO BENGALA - TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE SU DI LUI!

2023-12-11
GATTO BENGALA - TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE SU DI LUI!

Non si può passare indifferenti davanti al gatto del Bengala. Cattura lo sguardo con il suo aspetto insolito e conquista il cuore con il suo comportamento. Si tratta di una creatura affascinante, intelligente ed estremamente attiva, che guarderà in ogni angolo per soddisfare la sua curiosità. Sembra un leopardo, ma anni di allevamento lo hanno reso molto gentile, affettuoso e facilmente attaccabile all'uomo. Da dove viene il gatto del Bengala? Che tipo di carattere ha? Come ci si prende cura di lui per mantenerlo sano, bello e felice? Scopritelo!

Da dove viene il gatto del Bengala? La storia del "leopardo "

Tutto è iniziato in tempi relativamente recenti, nel 1961. Fu allora che Jean Sugden - poi Jean Mill - rimase affascinata dal gatto selvatico del Bengala. La donna era una giovane e ambiziosa biologa e decise di iniziare a lavorare all'allevamento di una nuova razza di gatto. Incrociò uno dei rappresentanti della razza con un gatto domestico nero. Riuscì nel suo intento e possiamo dire che i primi gatti bengala nacquero da questa cucciolata. Ma poi accadde qualcosa che le fece decidere di interrompere il processo di allevamento: la morte del suo primo marito.

Sembra che il progetto sia stato completamente dimenticato, ma l'idea è stata ripresa all'inizio degli anni Settanta. Questo grazie a Willard Centerwall, che però non voleva creare una nuova razza. Aveva solo notato che i gatti Bengala selvatici erano resistenti alla leucemia, perché non avevano il gene responsabile dello sviluppo della malattia. Ha condotto le sue ricerche sulla possibilità di trattare questa pericolosa malattia negli esseri umani.

Nel corso delle sue ricerche, riuscì a ottenere 8 gattini, che poi donò a Jean Mill. Questo avvenne nel 1980. Il biologo tornò anche su ricerche e tentativi di allevamento precedentemente abbandonati. Anche William Engler, grande appassionato di gatti selvatici, ha avuto un'influenza non trascurabile sull'origine e sullo sviluppo della razza.

Il gatto Bengala come razza è stato riconosciuto dalla FIFe nel 1999. Il gatto Millwood Penny Ante è considerato il primo rappresentante ideale della razza. Nel corso degli anni, i gatti Bengala sono stati sviluppati con l'obiettivo di mantenere l'aspetto più bello e selvaggio possibile, privandoli dell'aggressività e del comportamento selvaggio dei loro antenati non addomesticati.

Gatto bengala in Polonia

Sebbene sia una razza relativamente nuova, per la sua immensa bellezza esotica e il suo carattere meraviglioso e gentile ha iniziato a diventare molto popolare in un tempo relativamente breve. La razza del gatto Bengala è ancora considerata esotica in Polonia, anche se ci sono diversi allevamenti dove è possibile acquistare legalmente gattini Bengala di razza.

Gatto domestico o gatto leopardo? L'aspetto del gatto del Bengala

Com'è il gatto del Bengala? Le dimensioni di questo animale domestico sono medie, ma non sono quelle che attirano maggiormente l'attenzione. Le femmine pesano dai tre ai sei chilogrammi, mentre i maschi possono raggiungere i dieci chilogrammi. Gli occhi sono grandi, ma non devono essere arcuati. Sono leggermente obliqui. La testa è triangolare e arrotondata, piccola rispetto al resto del corpo. L'attenzione è rivolta all'espressione del muso, grazie al quale il gatto del Bengala può sembrare molto minaccioso, il che è in contrasto con il suo carattere.

Gli arti del gatto del Bengala sono forti e muscolosi, quelli posteriori più lunghi di quelli anteriori. Il naso è lungo e largo, a volte è presente uno "stop" molto caratteristico, ovvero una leggera concavità. Tuttavia, gli esemplari più desiderabili e preziosi di questi gatti sono quelli privi di questa caratteristica.

Ciò che attira maggiormente l'attenzione è la setola di questo gatto. Può essere corta o media, nel caso dei gattini può anche essere leggermente più lunga. Al tatto è molto fine, morbida e setosa. È presente una piccola quantità di sottopelo.

Il gatto Bengala ha un mantello estremamente particolare. In inglese si parla di "tabby". Si riferisce a una colorazione brindle molto interessante, che può assumere la forma classica, cioè marmorizzata o screziata. Il disegno marmorizzato è caratterizzato da grandi macchie o bande irregolari. Ricorda molto il disegno che si trova sul marmo, da cui il nome. Nel caso del mottled, le macchie sono grandi e assumono la forma di rosette o punte di freccia. Indipendentemente dal tipo di disegno, il contrasto cromatico tra questi e il colore di base del mantello deve essere molto preciso.

I colori ammessi sono nero screziato, nero brindle classico, neve screziato, neve brindle classico, seppia screziato, brindle classico screziato. Idealmente, la parte posteriore delle orecchie deve essere color ocello.

Salute del Bengala. C'è qualcosa di cui preoccuparsi?

Il gatto Bengala è rinomato per la sua buona e robusta salute. È in grado di vivere fino a quindici anni o più. Si tratta di una razza ancora molto giovane, ma finora non sono stati osservati problemi genetici di rilievo, quindi non si può parlare di malattie specifiche dei gatti Bengala.

La buona salute è dovuta ai geni ereditati dagli antenati selvatici: la selezione naturale ha funzionato, quindi solo gli individui più sani e forti si sono riprodotti e sono riusciti a sopravvivere. Questi sono stati anche incrociati con gatti domestici per ottenere la razza.

Tuttavia, può accadere che il vostro animale sia a rischio di carie e malattie gengivali, quindi se avete un animale di questo tipo, prendetevi cura in modo particolare della sua dentizione.

Non molto spesso, tuttavia, può verificarsi anche un deficit di chinasi o una degenerazione progressiva della retina, che è un difetto genetico.

Di quali cure ha bisogno?

Questa notizia farà piacere a tutti coloro che non hanno molta esperienza nella cura dei gatti. Un gatto di questa razza non vi creerà grossi problemi in questo senso. È sufficiente una toelettatura delicata una volta alla settimana. Non è consigliabile farlo più spesso, per non danneggiare il loro pelo delicato. Controllate regolarmente lo stato delle orecchie e dei denti del vostro gatto del Bengala. Se necessario, tagliate gli artigli con le forbici per gatti.

Una dieta adeguata è molto importante. Dovrebbe ricevere cibo per gatti di alta qualità - commerciale o preparato in casa. Potete anche nutrirlo secondo le raccomandazioni della dieta BARF. Ricordate che il vostro animale domestico è una creatura estremamente attiva, quindi potrebbe avere un maggiore bisogno dei nutrienti che dovete fornirgli. La dieta del gatto influenza in larga misura la sua salute e rende il suo pelo bello e lucente.´La dieta del gatto Bengala è un'ottima fonte di nutrimento.

Gatto Bengala - carattere, temperamento, predisposizione

Vi state chiedendo com'è un gatto del Bengala? Il carattere di questo animale può piacere quanto il suo aspetto. Potrebbe sembrare selvaggio e indomito, ma si tratta solo di un'apparenza dovuta alla sua caratteristica espressione del muso. Sono gatti estremamente affettuosi, gentili, delicati e amichevoli. Gli allevatori hanno dovuto lavorare molto per eliminare i tratti selvatici e indesiderati da questi animali domestici, ma ci sono riusciti.

Si affezionano molto ai loro padroni e possono richiedere attenzione. Può essere un po' diffidente e cauto con gli estranei. Il solo fatto di costruire un legame tra lui e il suo guardiano è un processo complesso e lungo, facilmente violabile, quindi deve essere portato avanti secondo le regole e i ritmi che il gatto del Bengala impone, in modo da non spaventarlo o offenderlo in alcun modo. È una creatura ancora abbastanza indipendente, anche se non si può definire un solitario.

Una volta affezionato, vorrà stare in compagnia degli esseri umani. Ciò non significa che si lascerà portare in braccio, coccolare tutto il tempo o dormire insieme all'umano. Potrebbe giungere alla conclusione che il solo stare vicino al suo padrone soddisfa il suo bisogno di compagnia.

Il Bengala non è un animale conflittuale e può andare d'accordo con altri gatti e persino con i cani. Tuttavia, è anche un animale territoriale, quindi se percepisce un intruso, vorrà scacciarlo. Può anche ringhiare a un estraneo.

È caratterizzato da un'elevata intelligenza, che gli permette di imparare trucchi. Tuttavia, questo aspetto non deve essere esagerato, ma deve essere motivato in modo positivo. È anche molto attivo, giocoso e curioso. Correrà, giocherà, salterà e guarderà ovunque, anche in posti dove non si immagina di poter guardare. È un animale tanto curioso quanto agile e saltellante.

È anche molto loquace e le sue capacità vocali sono davvero notevoli. Gli piace molto "discutere" con il suo padrone e lo farà volentieri, spesso e talvolta a voce alta.

In quale casa il Bengala sarà più felice?

Il gatto Bengala è bello, affettuoso e gentile. Si potrebbe pensare che sia perfetto per qualsiasi casa. Non è del tutto vero. Non sceglietelo se volete un tipico gatto da divano che conduca una vita tranquilla e pigra. È un animale selvaggiamente attivo e fantasioso, quindi può saltare sui ripiani o far cadere oggetti. Ha anche bisogno di giocare molto con chi lo accudisce. È socievole, ma apprezza la propria indipendenza, quindi non sarà un tipico accarezzatore. Può anche essere piuttosto rumoroso, in quanto tende ad avere delle "conversazioni" con chi lo accudisce.

La maggior parte dei Bengala non ha tendenze dominanti ed è in grado di andare d'accordo con altri animali, compresi i cani. Tuttavia, può accadere che la natura prenda il sopravvento sugli antenati selvatici e che l'animale abbia un atteggiamento più dominante, il che va tenuto in considerazione.

Il gatto di razza Bengala è adatto come compagno di giochi per bambini, ma è necessario insegnare al bambino come gestire il gatto. Dato il suo alto livello di attività, può giocare soprattutto con i bambini più grandi.

Può essere molto diffidente nei confronti degli estranei e ha tendenze territoriali, quindi difenderà il suo territorio dagli intrusi. Inoltre, non ama i cambiamenti, quindi se vi trasferite spesso, stresserete molto il vostro animale.

Gatto bengala - riassunto

Il gatto Bengala è una razza ancora molto giovane. È stato creato attraverso l'allevamento e l'incrocio deliberato di gatti selvatici asiatici con gatti domestici. Il risultato è una razza di gatto domestico con l'aspetto di piccoli leopardi ma con il carattere di un gatto domestico, con fusa gentili ed equilibrate piuttosto che di un gatto selvatico.

Sono gatti molto sani e resistenti - hanno in sé i geni dei loro antenati selvatici, che si occupano della loro elevata immunità. Hanno gengive e denti un po' più soggetti a malattie, quindi è a questi che bisogna prestare maggiore attenzione.

I gatti del Bengala sono estremamente curiosi e attivi, quindi hanno bisogno di molto esercizio e gioco. Si affezionano fortemente ai loro guardiani, ma il processo di legame può richiedere molto tempo.

pixel