Salva nella lista della spesa
Crea una nuova lista della spesa

COME AVVIENE LA GRAVIDANZA DI UNA CONIGLIA? COME RICONOSCERLA E QUANTO DURA? RISPONDIAMO!

2023-06-27
COME AVVIENE LA GRAVIDANZA DI UNA CONIGLIA? COME RICONOSCERLA E QUANTO DURA? RISPONDIAMO!

Per i conigli domestici che si tengono per piacere è molto meglio essere sterilizzati e non permettere che si verifichi una gravidanza. Soprattutto se non si alleva a livello professionale, se non si sa come prendersi cura di una coniglia gravida e se non si sa cosa fare con i piccoli. Quanto dura la gravidanza di una coniglia? Come si comporta una coniglia durante la gravidanza? Di quali cure ha bisogno? Continuate a leggere!

I conigli sono più tranquilli dopo la castrazione, anche se avvertono la presenza di un membro del sesso opposto, perché non sentono più l'impulso sessuale. Tuttavia, a volte si desidera che la coniglia rimanga incinta perché si sta riproducendo e si vuole ampliare l'allevamento.

Quando una coniglia può rimanere incinta?

I conigli sono famosi per la loro enorme fertilità. E non ci sono esagerazioni in queste storie. In un ambiente domestico, una femmina di coniglio può rimanere incinta fino a otto volte all'anno. Diventa fertile 24 ore dopo la nascita della prole e se un maschio si accoppia con lei, può rimanere nuovamente incinta.

I conigli raggiungono la piena capacità sessuale intorno ai tre o quattro mesi di età, indipendentemente dalla razza. Le razze piccole e medie, invece, raggiungono la maturità riproduttiva intorno ai cinque-sette mesi di età, mentre le razze grandi intorno agli otto mesi o più tardi. Anche se è buona norma separare i maschi dalle femmine già intorno alle dodici settimane di età, poiché gli animali potrebbero iniziare a incrociarsi.

Tuttavia, se si desidera che si verifichi una gravidanza in un coniglio, è necessario affrontare le cose nel modo giusto. Gli errori più comuni nell'allevamento dei conigli sono generalmente due. Il primo è lasciare i conigli incustoditi: in questo modo non si ha idea se l'accoppiamento sia avvenuto o se l'incontro sia stato infruttuoso.

Il secondo è mettere il maschio nella gabbia della femmina. Se volete che la riproduzione avvenga, mettete sempre le femmine nella gabbia del maschio. Questo è molto importante. In un territorio sconosciuto, il maschio marcherà l'area con l'urina e la femmina potrebbe volerlo allontanare. Potrebbe anche essere nervoso e timoroso, il che non favorisce l'intera situazione.

Durante il corteggiamento, la femmina finge di scappare dal maschio, ma lo fa in modo tale che lui abbia sempre la possibilità di raggiungerla e toccarla. Tuttavia, se il maschio non la gradisce, la femmina spinge la sua groppa in un angolo della gabbia e si comporta in modo aggressivo e si difende: in questo caso è necessario allontanarla immediatamente dal maschio.

Portatela via anche subito dopo che si è accoppiata, in modo che non avvengano altri accoppiamenti, perché in questo modo il maschio viene sfruttato eccessivamente. Il primo accoppiamento può essere iniziato con una femmina a sedici-diciassette settimane di età.

Come si fa a capire se una coniglia è incinta?

Se avete portato una femmina da un maschio e si è verificato un accoppiamento, è molto probabile che sia avvenuta la fecondazione. Questo perché nei conigli l'ovulazione è innescata dall'atto sessuale stesso, quindi ogni copro ha buone probabilità di essere fecondato. Tuttavia, questo non significa che ogni accoppiamento si concluda con una gravidanza: non c'è mai una certezza al 100%.

È consigliabile effettuare un accoppiamento di controllo dopo quattro-cinque giorni; se la femmina scappa, si presume che sia incinta. Tuttavia, non è consigliabile far accoppiare una femmina con lo stesso maschio nello stesso giorno: il coniglio potrebbe stressarsi e sentirsi frustrato. Alcuni ripetono l'intero processo anche dopo una settimana. Come si fa a capire se una coniglia è incinta?

Il primo segno che una coniglia potrebbe essere incinta può essere il fatto che smette di permettere al maschio di accoppiarsi. Questo si può notare, ad esempio, quando si accoppia di nuovo dopo una settimana: i cambiamenti ormonali che avvengono nel corpo di una coniglia femmina incinta influiscono sulla sua riluttanza a stare con il maschio. Tuttavia, questa non è la regola: sono noti casi di femmine che, nonostante la gravidanza, hanno continuato a permettere ai maschi di accoppiarsi e l'accoppiamento è avvenuto.

Un buon metodo per verificare se una coniglia è incinta in ambiente domestico è anche quello di pesare regolarmente la femmina. Se, dopo un incontro con un maschio, il suo peso inizia ad aumentare, significa che è rimasta incinta e che nel suo corpo si stanno già sviluppando dei cuccioli.

Osservate anche il vostro animale: quando sarà incinta, inizierà a bere e a mangiare di più. All'inizio inizierà ad assumere sempre più acqua, poiché il suo corpo la trattiene, e con il passare del tempo il suo bisogno di cibo aumenterà. Anche i capezzoli si ingrossano sempre di più: di solito nascosti nella pelliccia, diventano più grandi e più gonfi.

Quanto dura la gravidanza di una coniglia? Si tratta di un periodo di circa trenta-trentacinque giorni, al termine del quale avverrà il parto. La gravidanza del coniglio è una condizione impegnativa per l'organismo: non esitate a chiedere il parere del veterinario e a portare il vostro animale per un controllo e una visita.

Tempistica del parto

Con il progredire della gravidanza, la coniglia femmina diventerà più aggressiva e ritirata, non avrà voglia di interagire con gli altri. Nell'ultima settimana, inizierà a costruirsi un nido, che spalmerà con i peli che si strapperà da sola dalla pancia. Questo la aiuterà anche a esporre i capezzoli, consentendo ai piccoli di accedervi meglio. Non interferite con la creazione del nido: la coniglietta lo farà da sola.

Il parto avviene di solito di notte o al mattino presto ed è improbabile che possiate assistervi. Tuttavia, possono verificarsi parti abbondanti; in questi casi è essenziale reagire rapidamente. A causa delle dimensioni della coniglia, il parto cesareo è di solito l'unica soluzione possibile.

Come prendersi cura di una coniglia gravida?

Una coniglia gravida merita cure adeguate. Fornitele un ambiente tranquillo e confortevole in modo che non sia stressata. Ricordate che l'acqua fresca per la futura madre è molto importante e non deve mai mancare. Soprattutto perché ne avrà sempre più bisogno.

Aumentate anche la quantità di cibo con il passare del tempo, perché il coniglietto ne avrà sempre più bisogno. Quattordici giorni prima del parto, è bene introdurre nella dieta erbe che favoriscono l'allattamento e fanno bene alla gravidanza: nigella, tarassaco, finocchio, foglie di lampone, melissa, prezzemolo carota o basilico.

Evitate invece di somministrare alla coniglia gravida levistico, menta, sedano, salvia o prezzemolo, perché possono danneggiare l'animale in questo stato. Riducono la lattazione o causano crampi.

"I conigli hanno un potenziale riproduttivo molto elevato, per questo è così importante allevare in modo controllato. In questo modo si esclude la possibilità, tra l'altro, della consanguineità, che contribuisce non solo alla mortalità degli embrioni ma anche a molti difetti dello sviluppo.

L'allevamento controllato evita anche l'accoppiamento accidentale da parte di un maschio sovradimensionato, la salute della femmina gravida e la giusta distanza tra le gravidanze. È inoltre possibile mantenere la purezza della razza, che consente di ottenere caratteristiche fisiche specifiche dell'animale, - veterinario. Hanna Pietruszka

Come prendersi cura del coniglio e dei piccoli dopo la nascita?

Non importa quanto duri la gravidanza di una coniglia - che sia di trenta o trentacinque giorni - essa termina sempre con il parto, e il vostro ruolo di accuditori non finisce affatto. In genere la coniglietta riesce a fare il nido da sola. A volte, a causa dello stress, capita che non prepari il nido o che non ci metta i piccoli: in questo caso dovrete correggere il nido e metterci i piccoli

Non guardate più dentro dopo la nascita e non toccate i piccoli: questo non farebbe altro che stressare la coniglietta e potrebbe indurla a rifiutare i suoi piccoli. Almeno poche ore dopo il parto, è bene allontanare la madre per un po' di tempo e verificare il numero e la vitalità della cucciolata.

Non portateli via dal nido. Potreste pensare che la vostra coniglietta non sia affatto una buona madre e che non si prenda affatto cura dei suoi piccoli. Tuttavia, questa è solo un'apparenza. Il coniglio si comporta in modo da proteggere i suoi piccoli dai pericoli e questo comportamento è il più naturale possibile. Tuttavia, a volte, ma non sempre, questo comportamento è indice di stress da parte della coniglia o, ad esempio, di mastite.

I conigli in natura non entrano molto spesso nel nido per evitare di mostrare ai predatori dove sono i loro piccoli. Vengono a nutrirli solo due o tre volte al giorno. Nella maggior parte dei casi lo fanno di notte e al mattino presto, quindi è possibile che non siate testimoni di questo evento.

Il resto del tempo la coniglietta si comporterà come se i cuccioli non ci fossero affatto, perché è questo che le suggerisce l'istinto di sopravvivenza. Non preoccupatevi, i cuccioli non hanno fame. Il latte delle coniglie è molto grasso, quindi per loro è sufficiente un'alimentazione poco frequente.

Dopo il parto, assicuratevi che la coniglia abbia un accesso costante all'acqua fresca e continuate a somministrare porzioni di cibo più abbondanti, arricchite con erbe che favoriscono l'allattamento. Il giorno successivo al parto, guardate attentamente nel nido e rimuovete la lettiera pesantemente insanguinata della coniglia. Fate questa operazione quando la mamma non è presente.

Se si teme che i cuccioli siano affamati, è possibile controllarli per verificare che ricevano cibo. Ciò sarà evidenziato dal pancino rotondo. Tuttavia, se volete farlo, la mamma del coniglio deve stare nel recinto per non essere stressata. Se il pancino è infossato, i piccoli non hanno ricevuto cibo. Si può allora provare a nutrirli con i capezzoli della coniglietta.

Un'altra possibilità è quella di nutrirli con latte specializzato se la coniglietta rifiuta i suoi cuccioli e non vuole nutrirli, ma per questo è necessario consultare il veterinario.

La coniglia incinta - riassunto

Le coniglie sono molto fertili, poiché l'ovulazione è innescata dall'atto sessuale stesso. In genere i piccoli di una cucciolata sono circa cinque-sei, anche se possono arrivare a tredici. Come si comporta una coniglia incinta? È abbastanza facile non notare i sintomi durante la prima mestruazione, perché non cambia molto. Tuttavia, se conoscete bene le abitudini del vostro animale, noterete che beve di più e assume più cibo: questo è il primo segnale che la fecondazione potrebbe essere avvenuta dopo l'accoppiamento. Questo segnale è anche un'avversione per i maschi.

Una coniglia incinta dura circa un mese - quattro o cinque settimane. Prima di partorire, costruisce un nido. Durante questo periodo ha bisogno soprattutto di pace e tranquillità e di buon cibo per recuperare le forze e stimolare l'allattamento.

Dopo il parto, non guardate troppo spesso i piccoli e non stressate la coniglia: è naturale che stia lontana dai piccoli per non metterli in pericolo. Consultate il veterinario durante la gravidanza della coniglia.

pixel