Salva nella lista della spesa
Crea una nuova lista della spesa

COCCIDIOSI NEI CONIGLI - PRIMO SOCCORSO. CONSIGLI E SUGGERIMENTI

2023-04-15
COCCIDIOSI NEI CONIGLI - PRIMO SOCCORSO. CONSIGLI E SUGGERIMENTI

Ogni proprietario di un animale domestico sa che la cosa peggiore che possa accadere al proprio animale è una malattia che mette a rischio la sua salute. I conigli da compagnia purtroppo non fanno eccezione e ci sono diverse malattie che minacciano seriamente la loro vita. Una delle più pericolose è sicuramente la coccidiosi. È altamente contagiosa nei conigli e il tasso di mortalità, a seconda dell'età e dell'immunità dell'animale, è compreso tra il 10 e il 15% (forma intestinale). Quali sono i sintomi della coccidiosi, quali le cause e come reagire ai primi segnali?

Cos'è la coccidiosi ?

La coccidiosi del coniglio è una grave minaccia per la salute e la vita dei conigli domestici e di allevamento. A volte è anche la causa di morte di questi animali. È una malattia parassitaria e quindi non è difficile da contrarre, soprattutto se il coniglio vive vicino ad altri membri della specie. La coccidiosi è causata da un parassita (protozoo) che attacca l'apparato digerente.

La coccidiosi è causata da molte specie di parassiti. Gli esperti hanno suddiviso la malattia in due forme principali (a seconda della specie di coccidi che l'ha causata): la coccidiosi epatica (che viene attaccata da Eimeria stiedai) e la coccidiosi intestinale (principalmente da Eimeria perforans). Entrambe sono molto pericolose per la vita dei conigli ed entrambe contribuiscono alla cachessia. La velocità di progressione della coccidiosi dipende dall'età dell'animale, dalla sua immunità, ma anche dalla virulenza della specie di coccidi.

Pertanto, il momento in cui ci si accorge dei sintomi e si adottano misure concrete è fondamentale per aumentare le possibilità di salvare un coniglio malato: le feci dei conigli devono essere esaminate regolarmente e devono essere applicate quarantene e disinfezioni.

Malattie dei conigli: la coccidiosi e le sue cause

Da dove provengono i parassiti nell'organismo di un coniglio domestico o d'allevamento? Il più delle volte attacca gli animali giovani, di età compresa tra 1-3 mesi, soprattutto quelli immunocompromessi e durante il periodo dello svezzamento. La comparsa dei parassiti non richiede molto tempo. Le oocisti, che sono le forme invasive che contribuiscono allo sviluppo della malattia, si trovano nell'ambiente del coniglio, quasi ovunque, ed è per questo che è così facile infettarsi.

Alcuni rappresentanti della specie sono portatori di coccidi, ma in loro non si attiva e non manifestano alcun sintomo. L'immunità è importante per lo sviluppo dei sintomi: le principali fonti di infezione sono gli individui malati, i portatori, ma anche gli uccelli, i ratti, gli insetti che portano il protozoo su di sé.

Pertanto, una diminuzione dell'immunità dovuta allo stress, alle cattive condizioni di stabulazione (umidità, surriscaldamento, densità dei conigli, mancanza di ventilazione), al contatto con animali malati o con portatori e a una dieta scorretta (ad esempio, cibo contaminato o troppo ricco di proteine con un basso contenuto di fibre) sono tra le cause più comuni della comparsa di parassiti che causano malattie nei conigli.

Anche la coccidiosi è una malattia causata da questo tipo di irregolarità alimentare. A ciò si aggiunge l'importantissima questione dell'igiene e della pulizia della gabbia o della stanza in cui è ospitato il coniglio. Molto spesso i parassiti si trovano e si sviluppano nelle feci dell'animale e se rimangono vicino al cibo non è difficile che si infettino rapidamente. La mancanza di ventilazione, di disinfezione e un numero eccessivo di conigli nella gabbia favoriscono quindi lo sviluppo di malattie, in particolare la coccidiosi.

Se il vostro coniglio ha, inoltre, un'immunità ridotta, dovuta a malattie precedenti o alla carenza di vitamine essenziali, i protozoi hanno purtroppo strada libera per attaccare il fegato o l'intestino. L'ultimo e più difficile fattore da modificare è la questione dell'ambiente e degli insetti che circondano il vostro animale. Le eimere sono resistenti a molti fattori esterni, ma è bene sapere che non possono sopportare temperature di 80-100 gradi Celsius.

Coccidiosi nei conigli - sintomi

A causa delle suddette cause di malattia, oltre a curare l'alimentazione e l'igiene del vostro animale, è molto importante riconoscere tempestivamente i sintomi che la coccidiosi nei conigli provoca. I sintomi possono variare, ma nel caso di individui infetti sono difficili da non notare o da ignorare. Di solito compaiono solo quando il parassita ha già infestato gran parte dell'organo.

Il coniglio perde l'appetito, perde peso, è letargico e indebolito. In entrambe le forme di coccidiosi può comparire anche una diarrea cronica, meno comune con i parassiti che attaccano il fegato. Le feci del coniglio possono contenere anche tracce di sangue e muco. L'ingrossamento del fegato e l'ittero sono sintomi che accompagnano la forma epatica della coccidiosi, mentre l'addome gonfio si manifesta di solito con la forma intestinale, sebbene possa verificarsi in entrambi i tipi di malattia.

Quindi, se il vostro coniglio inizia a perdere peso, soffre di diarrea, poi soffre di inappetenza e debolezza generale, questo è sicuramente un segnale sufficiente per consultare il veterinario il prima possibile. Ricordate che la coccidiosi si sviluppa molto rapidamente e i sintomi che notate di solito compaiono pochi giorni dopo che un organo vitale è stato gravemente infettato. La diagnosi definitiva viene fatta dal veterinario sulla base di un esame approfondito delle feci in cui si trovano i parassiti.

Coccidiosi nel coniglio - trattamento

Che tipo di trattamento richiede la coccidiosi nel coniglio? Il trattamento di questa malattia è difficile e, purtroppo, molto spesso non ha successo. Tuttavia, se la malattia viene diagnosticata abbastanza precocemente e il medico prescrive il farmaco giusto, le possibilità di salvare il vostro animale aumentano notevolmente.

Qual è il trattamento più comune per la coccidiosi? Il farmaco più spesso consigliato dagli allevatori è il Sulfatyf. Tuttavia, per i conigli non è un rimedio adatto. Il Sulfatyf è un farmaco destinato al pollame e i medici non lo raccomandano per il trattamento della coccidiosi nei conigli. Il veterinario potrebbe decidere di prescrivere un altro farmaco più adatto al vostro animale, quindi seguite sempre i suoi consigli e non cercate mai di curare il vostro animale da soli.

Come si può aiutare un coniglio affetto da coccidiosi? Prima di tutto, seguite le raccomandazioni e i farmaci prescritti dallo specialista. In secondo luogo, anche la dieta del coniglio infetto può svolgere un ruolo importante. L'animale dovrebbe ricevere principalmente fieno e verdure; inoltre, dovrebbe essere incoraggiato a mangiare dandogli qualcosa che gli è sempre piaciuto. È bene ricordare anche i probiotici: gli allevatori di conigli usano i coccidiostatici a scopo profilattico, ma solo in consultazione con il medico.

Curate anche la pulizia e l'igiene della gabbia del vostro coniglio. Lavate accuratamente non solo la gabbia stessa, ma anche i giocattoli e i contenitori di acqua e cibo che vi si trovano. È probabile che i parassiti si trovino ovunque il coniglio sia stato, quindi è necessaria una disinfezione accurata dell'ambiente circostante. La cosa migliore è scottare giocattoli e contenitori in acqua calda. È bene ripetere questa attività ogni giorno durante il periodo di trattamento.

Coccidiosi nei conigli - prevenzione e profilassi

Come evitare malattie pericolose come la coccidiosi? Nei conigli, la prevenzione delle malattie parassitarie non è un compito facile. A causa dell'elevata prevalenza di parassiti e delle condizioni solitamente favorevoli all'infezione, i conigli sono molto suscettibili a questo tipo di malattie.

La prevenzione, tuttavia, si basa sull'osservanza di alcuni principi fondamentali. In primo luogo, l'igiene e la pulizia della gabbia, che dovrebbe essere un rituale frequente per il proprietario di qualsiasi animale domestico, non solo del coniglio. In un luogo in cui le masse fecali escrete sono molto vicine al cibo, non è difficile contrarre ogni genere di parassiti, malattie e infezioni pericolose. Acqua sporca, giocattoli sporchi e lettiere sporche sono le cause più comuni di malattie pericolose come la coccidiosi.

La dieta e la cura del cibo di buona qualità sono di fondamentale importanza per la salute del vostro coniglio, quindi non lesinate mai sul cibo di buona qualità. Inoltre, è molto importante osservare il comportamento del coniglio e reagire rapidamente a qualsiasi anomalia nel suo aspetto o comportamento.

La coccidiosi nei conigli è comune e purtroppo spesso fatale. Tuttavia, esistono molti modi per ridurre al minimo il rischio di parassiti pericolosi. Possedere un animale domestico è un'enorme responsabilità, quindi prendetevi cura della sua igiene, del suo cibo e delle sue difese immunitarie per proteggerlo da condizioni potenzialmente letali.

pixel