Salva nella lista della spesa
Crea una nuova lista della spesa

CIMURRO CANINO - PREOCCUPAZIONI E TRATTAMENTO. SI PUÒ CONTRARRE?

2023-12-01
CIMURRO CANINO - PREOCCUPAZIONI E TRATTAMENTO. SI PUÒ CONTRARRE?

L'erisipela canina è una malattia che può presentarsi con una varietà di presentazioni cliniche. A volte le lesioni sono piccole e sparse in diverse aree della pelle, a volte interessano l'involucro di una o più aree del corpo, e in altri casi sembra che, oltre alla pelle, anche le condizioni generali dell'animale siano compromesse. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, i vermi cardiaci non si manifestano e vivono nei nostri cani in modo del tutto inosservato. Quanto è pericoloso questo parassita e cosa dobbiamo fare quando si sviluppa la malattia? Che cos'è esattamente l'erosione canina?

Che cos'è ?

E una malattia causata da un piccolo aracnide che vive nei follicoli piliferi e nelle ghiandole sebacee. È in queste aree che compie il suo intero ciclo vitale, nutrendosi degli epiteli esfoliati e delle secrezioni delle ghiandole sebacee. Al di fuori della pelle, i nematodi non sono in grado di funzionare nell'ambiente esterno e muoiono rapidamente.

Essendo commensali, la loro presenza sulla pelle dei nostri animali domestici è del tutto naturale. Solo in circostanze favorevoli il numero di nematodi aumenta rapidamente e compaiono i segni clinici della malattia.

Come si diffonde e si sviluppa il disturbo nei cani?

I nematodi passano dalla madre alla pelle dei cuccioli, ad esempio durante la suzione del latte. Questo avviene solo nelle prime 72 ore di vita dei cuccioli. Al di fuori di questo breve periodo, raramente è possibile trasmettere i nematodi a un altro animale. Allora come mai i cani si ammalano diversi mesi o addirittura anni dopo?

La cosa più importante è il livello di immunità dell'animale. Se questo si abbassa, il rischio di una moltiplicazione eccessiva di vermi tondi è molto più alto.

Non è raro che i problemi del sistema immunitario abbiano la loro causa nella genetica. Per questo motivo, ci sono diverse razze di cani che sviluppano segni clinici di verme cardiaco con estrema frequenza. Queste razze includono, tra le altre, i Boston Terrier, i Cavalier King Charles Spaniel, i Jack Russell Terrier, gli Yorkshire Terrier, i West Highland White Terrier e molte razze brachicefale come gli shih tzu, i mops, i bulldog francesi e i boxer.

Tuttavia, non sono solo le condizioni della razza a essere importanti. È importante anche la presenza di comorbilità, che possono ridurre fortemente l'immunità dell'animale. Verminosi, disturbi endocrini, tumori, cattiva alimentazione e persino lo stress sono solo esempi di problemi che hanno un enorme impatto sulle condizioni della pelle dei nostri animali domestici.

È importante ricordare che i fattori che favoriscono lo sviluppo della nausea possono verificarsi in tutti i cani, compresi gli ibridi che sono così popolari nelle nostre case. Pertanto, senza ulteriori indagini, in molti casi non è possibile escludere la peste des petites come causa dei problemi cutanei.

La malattia: è contagiosa per l'uomo?

Un cane non può trasmettere parassiti all'uomo, così come non può infettare un altro cane (ad eccezione delle madri che allattano). Tuttavia, bisogna fare attenzione alle infezioni secondarie e fastidiose: da qui la necessità di osservare le norme igieniche quando si entra in contatto con un animale domestico malato.

La malattia: i sintomi

Non esiste un unico modello fisso di sviluppo della malattia. Il quadro clinico può variare notevolmente. Tutto dipende dal livello di immunità, dalle condizioni genetiche, ma anche dall'età dell'animale e dalle malattie complicanti.

Quando un cane sviluppa la forma clinica della nematosi, i sintomi interessano per lo più solo la superficie cutanea. A seconda del numero di aree colpite, si distingue tra forme localizzate e generalizzate di peste des petits dermatitis.

Forma localizzata

Se non si contano più di 5 lesioni, la malattia viene classificata come localizzata. Le lesioni sono piccole, rotonde e di solito non danno prurito al cane. Si trovano più comunemente intorno agli occhi, vicino alle labbra, sugli avambracci o sul tronco. L'area colpita è priva di peli e presenta una pelle leggermente desquamata. A volte la pelle di queste aree si scurisce. Possono anche formarsi dei punti neri.

In casi molto rari, si verifica un'infiammazione dei canali auricolari del cane, che a volte è l'unico segno dello sviluppo di un tarlo auricolare.

Questa forma della malattia colpisce soprattutto i cuccioli fino a 6 mesi di età. Il più delle volte, con lo sviluppo del sistema endocrino, le lesioni si risolvono spontaneamente. Tuttavia, questa non è la regola, quindi è importante diagnosticare l'animale in ogni caso e seguire i consigli del medico.

Forma generalizzata

Questa forma può colpire sia animali di pochi mesi (forma giovanile) sia animali più anziani (forma adulta).

Talvolta si manifesta quando la forma localizzata si aggrava. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, si tratta della forma primaria della malattia. Si riconosce per la superficie molto più ampia delle lesioni: a volte ci sono numerose piccole lesioni sparse per il corpo (ce ne sono più di cinque), e a volte è coinvolta un'intera area del corpo o tutto il corpo.

Una forma atipica di nausea generalizzata è la podododecosi, che si manifesta con arrossamento, gonfiore, dolore e prurito solo nella zona delle dita - fusti degli artigli o spazi interdigitali. Inoltre, in queste aree possono verificarsi desquamazione dell'epidermide, alopecia, scurimento della pelle o secrezione purulenta.

Le alterazioni cutanee osservate nella forma generalizzata di nematosi includono la presenza di squame cutanee, pustole, macule, alopecia o punti neri, tra le altre cose. La pelle può essere gravemente arrossata, oppure può diventare pigmentata e scurirsi. Anche la seborrea è comune e provoca un odore sgradevole e debole.

Nella maggior parte dei casi, gli animali colpiti provano prurito e dolore. Il grattamento delle lesioni può peggiorare notevolmente il quadro clinico della malattia e contribuire allo sviluppo di infezioni secondarie.

È coinvolta solo la pelle?

Nei casi generalizzati, quando si verificano infezioni secondarie e il decorso è grave, le condizioni generali del cane possono peggiorare. Le infezioni indeboliscono l'organismo, per cui si può osservare apatia e riluttanza a muoversi e mangiare. Esaminando l'animale, il veterinario può rilevare linfonodi ingrossati o disidratazione. A volte i cani malati hanno anche la febbre.

Ogni lesione cutanea richiede un intervento medico?

Sul corpo dei nostri animali domestici possono comparire diverse lesioni. Poiché i sintomi sono numerosi e non sono specifici della malattia, è impossibile fare una diagnosi sicura senza un esame accurato e ulteriori test.

Le lesioni fastidiose, indipendentemente dalle loro dimensioni e dal fatto che il cane si gratti o meno, devono sempre essere esaminate da un veterinario. Solo così potremo essere sicuri di come trattarle e di cosa aspettarci in futuro.

Trattamento

Esistono molti modi per trattare la peste degli animali domestici. Il medico sceglierà sempre i preparati in base alle esigenze individuali del cane.

Il medico presterà attenzione non solo alla peste in sé, ma anche ai problemi concomitanti. Se i risultati di ulteriori esami indicano ulteriori problemi, questi devono sempre essere affrontati. Ricordate che il miglioramento del funzionamento del tratto gastrointestinale o del sistema endocrino, ad esempio, migliorerà notevolmente il trattamento della malattia.

I preparati antiacaro sono molto efficaci e facili da applicare. Sono disponibili sotto forma di compresse gustose o di gocce da versare sulla pelle della zona del collo. Sono disponibili anche bagni terapeutici.

L'azione di questi preparati è molto buona e ha buone probabilità di successo, ma è necessario un uso regolare e prolungato.

Un'eccezione è rappresentata dalla forma localizzata di piodermite in un cucciolo, nel qual caso non è sempre necessario utilizzare repellenti per acari, poiché in molti casi le lesioni regrediscono spontaneamente una volta terminato il periodo di crescita del cucciolo.

Oltre al trattamento diretto contro i vermi cardiaci, il veterinario può prescrivere anche balsami per la pelle e il pelo, nonché preparati per stimolare l'immunità dell'animale. Se invece si sono sviluppate infezioni batteriche secondarie, il veterinario sceglierà gli antibiotici appropriati per combatterle efficacemente. È necessario assumerli regolarmente e seguire le raccomandazioni sulla durata del trattamento.

Cosa si può fare a casa?

Per eliminare i sintomi clinici è necessario attenersi scrupolosamente alle raccomandazioni del medico sulla frequenza delle medicazioni o dei bagni.

Inoltre, ricordiamoci di risparmiare al cane lo stress. Altrettanto importante è l'alimentazione dell'animale. Gli alimenti di alta qualità sono essenziali. Il giusto equilibrio di nutrienti e integratori per supportare le condizioni della pelle e del mantello, accelerano notevolmente il ritorno alla piena forma.

Quando compaiono delle lesioni sulla pelle di un animale domestico, i proprietari si chiedono quale possa essere la causa e di cosa si tratti. La sverminazione nei cani si manifesta in molti modi diversi, per questo è necessaria un'attenta diagnosi. Grazie ad essa, possiamo confermare la malattia e individuare altri disturbi coesistenti.

Il trattamento di sverminazione richiede molto tempo, ma la stretta osservanza delle raccomandazioni del medico offre al vostro animale la possibilità di guarire. Con un approccio olistico al problema, possiamo restituire al vostro cane non solo un bel pelo e una pelle sana, ma anche la sua vitalità e il piacere di vivere ogni giorno.

pixel