Salva nella lista della spesa
Crea una nuova lista della spesa

BARBABIETOLA PER IL CANE: UNA BUONA O CATTIVA IDEA?

2023-07-27
BARBABIETOLA PER IL CANE: UNA BUONA O CATTIVA IDEA?

La barbabietola e le sue proprietà curative sono note da oltre quattromila anni. Venivano coltivate nella regione mediterranea e anche nell'antica Babilonia. Un tempo esisteva una sola varietà, ma col tempo queste varietà si sono moltiplicate e la barbabietola da zucchero ha fatto una grande carriera durante l'epoca napoleonica, quando si cercavano nuove forme di zucchero. Le barbabietole sono ricche di vitamine e di proprietà salutari. Tuttavia, le barbabietole per il cane sono una buona idea?

Cosa rende preziosa la barbabietola?

La barbabietola ha un effetto immunitario, protegge dal raffreddore, è importante nella prevenzione del cancro, ha un effetto sull'abbassamento della pressione sanguigna e aiuta a trattare l'anemia. E questo è solo l'inizio di un lungo elenco di proprietà benefiche per la salute. Non c'è da stupirsi che siano così popolari e benvolute. Cosa si nasconde esattamente in questo ortaggio? Il cane può mangiare la barbabietola rossa o non è una buona idea?

Le vitamine

È innegabile che le barbabietole siano una fonte preziosa di vitamine. Tra le altre, troviamo la vitamina C, che ha un effetto antinfiammatorio, è utile per rafforzare il sistema immunitario e rallenta il processo di invecchiamento dell'organismo.

Altre vitamine preziose della barbabietola sono quelle del gruppo B, con particolare attenzione all'acido folico. È l'acido folico che contribuisce alla formazione della serotonina, da cui dipendono, tra l'altro, l'umore e l'appetito del cane. L'acido folico è necessario in ogni fase dello sviluppo ed è coinvolto in un gran numero di processi biologici nel corpo del cane. Tra l'altro, è grazie ad esso che i sistemi nervoso e sanguigno funzionano correttamente e che la pelle e il mantello dei cani sono sani e belli.

Il potassio

Senza potassio non è possibile il corretto funzionamento della maggior parte degli organi. Si trova nelle ossa e all'interno delle cellule. È indirettamente responsabile del corretto assorbimento dell'acqua da parte del nostro animale domestico.

Le carenze di potassio possono causare disidratazione, edema e talvolta portare a un'insufficienza respiratoria.

Fibre

Le fibre sono molto benefiche per l'organismo. Ha un buon effetto sull'intestino e sull'intero sistema digestivo, prevenendo così la stitichezza e la diarrea e, se necessario, favorendone il trattamento. È inoltre indispensabile nella dieta dei cani in sovrappeso che devono perdere peso. È la fibra che dà loro il tanto necessario senso di sazietà e rende più facile seguire una dieta dimagrante.

Barbabietola per il cane: sì o no?

Le barbabietole sono ricche di vitamine e sostanze nutritive, ma un cane può mangiarle o le loro proprietà salutari sono disponibili solo per gli esseri umani? Non è così. Un cane può mangiare la barbabietola, a patto che venga somministrata nelle giuste proporzioni. Una quantità eccessiva di barbabietole nella dieta del cane può causare molti problemi di salute spiacevoli, tra cui la diarrea, ad esempio.

La barbabietola contiene anche acido ossalico, che può mettere a dura prova le vie urinarie, il che è particolarmente pericoloso per i cani che tendono ad avere calcoli di ossalato-calcio. A causa della presenza di acido ossalico, la barbabietola può anche compromettere l'assorbimento di ferro e calcio da parte dell'organismo. Tuttavia, in piccole quantità possono essere molto salutari per il cane. A condizione che siano fresche. Possono essere trattate termicamente, ma non stagionate o in scatola, che possono fare più male che bene all'organismo del cane. Il tutto a causa della presenza di spezie che non hanno un effetto molto positivo sull'organismo del cane.

Cuccioli - la barbabietola nella dieta è una buona idea?

La barbabietola per un cane adulto può essere uno spuntino sano e nutriente, a patto che sia dosata in modo ragionevole, ma che dire dei cuccioli? Il pancino dei cuccioli è ancora molto tenero, quindi è bene riflettere attentamente sulla loro dieta.

La barbabietola può farne parte, in quanto molto salutare, ma per la presenza dell'aggravante acido ossalico in quantità davvero ridotte. Iniziate a controllare che il vostro cane non ne sia danneggiato e se notate sintomi di intolleranza alla barbabietola, escludetela immediatamente dal menu del vostro animale. La cosa migliore per lui saranno particelle di barbabietola fresca e cruda. Non insaporitele in alcun modo e introducetele, come qualsiasi nuovo elemento nella dieta del cane, lentamente e con attenzione, per non causare problemi digestivi.

In quale forma va somministrata la barbabietola al cane?

In che forma va somministrata la barbabietola? I cani trarranno i maggiori benefici da quelle fresche e crude, sebbene anche quelle trattate termicamente possano finire nella ciotola del cane. Sebbene la cottura faccia perdere molte preziose sostanze nutritive, una barbabietola arrostita sarà migliore per il cane, a patto che non sia condita. È bene sapere che più tardi viene raccolta la barbabietola, maggiore è la quantità di acido ossalico in essa contenuta. Questa regola empirica non vale solo per la barbabietola, ma per tutte le verdure e i frutti in cui è presente l'acido ossalico. Pertanto, le barbabietole raccolte prima sono più salutari per il cane.

Le barbabietole in scatola, che vengono condite in vari modi, non sono assolutamente adatte ai cani. Sono un'ottima aggiunta ai pasti degli umani, ma possono solo fare del male ai cani. Tutto ciò è dovuto alla grande presenza di sale e di altre spezie dannose per il cane, che possono avere un impatto molto negativo sulla sua salute. Per questo motivo, se volete introdurre la barbabietola nella dieta del vostro cane, servitela senza spezie e preferibilmente il meno lavorata possibile.

Barbabietola per il cane - sintesi

I cani possono mangiare la barbabietola? In linea di principio sì, anche se non possono mangiarne in quantità arbitrarie. Piccole quantità di barbabietola nella dieta possono avere un effetto positivo sulla salute del cane, fornendo vitamine e preziosi micro e macro elementi. Grazie alla presenza di fibre, sono adatte anche ai cani che lottano contro il sovrappeso.

La presenza di acido ossalico fa sì che la barbabietola non sia lo spuntino migliore per i cani con un tratto urinario malato. Possono stressare la vescica o i reni. Per questo motivo, anche i cuccioli dovrebbero essere dosati con molta attenzione e non dovrebbero essere costretti a mangiare barbabietole se non ne hanno voglia o se hanno problemi di salute.

L'acido ossalico contenuto nella barbabietola può inoltre compromettere l'assorbimento di ferro e calcio da parte dell'organismo, quindi, a prescindere dall'età del cane, assicuratevi che non mangi la barbabietola troppo spesso.

pixel